HERMAN FRANK – Fight The Fear

Pubblicato il 17/02/2019 da
voto
6.5
  • Band: HERMAN FRANK
  • Durata: 01:09:00
  • Disponibile dal: 08/02/2019
  • Etichetta:
  • AFM Records
  • Distributore: Audioglobe

Spotify:

Apple Music:

Dopo il positivo “The Devil Rides Out” pubblicato nel 2016, l’instancabile Herman Frank (ex-Accept e Victory) prova a bissare il successo con il nuovo “Fight The Fear”, che vede confermata la formazione del precedente lavoro, con l’aggiunta di un secondo chitarrista, Heiko Schröder, a dare manforte al veterano.
Lo stile proposto dal quintetto riprende il discorso interrotto con “The Devil Rides Out”: un heavy metal di derivazione germanica, che riporta in prima battuta agli stessi Accept e a tutti i successivi epigoni, con un occhio di riguardo anche all’hard rock più roccioso e trascinante. La sezione ritmica, che vede all’opera il bassista dei Jaded Heart, Michael Müller, e il batterista André Hilgers (ex-Rage), non concede tregua; mentre alla voce troviamo il bravo Rick Altzi, con il suo timbro a là Jorn Lande che gli ha fruttato il posto nei Masterplan.
Le coordinate, dunque, sono molto chiare, ma com’è questo “Fight The Fear”, che arriva a sfiorare i settanta minuti di durata? Il lettore ci perdoni il paragone, ma è un po’ come un’abbuffata all-you-can-eat. All’inizio va tutto alla grande, le portate non saranno di qualità eccelsa, ma vanno giù che è un piacere. I piatti si accumulano, ma dopo un po’ iniziano ad arrivare cose che non ricordavate nemmeno di aver ordinato; comincia a farsi strada il pentimento, forse sarebbe stato meglio fermarsi un po’ prima, molto prima, a dirla tutta. Ecco, “Fight The Fear” ha lo stesso effetto: parte come un treno con “Until The End”, “Fear” e “Terror”; la band ci dà dentro di gusto e ci ritroviamo a scapocciare soddisfatti. Tutto fila liscio fino a “Hail & Row” (che cita in maniera nemmeno troppo velata “Heaven & Hell”) e “Hitman”, poi il tutto inizia a diventare indigesto e dispersivo. Le canzoni si susseguono, si confondono tra loro, l’occhio inizia a cadere sull’orologio e la mente inizia a vagare, faticando a prestare la giusta attenzione. Si deve attendere il finale, con la micidiale “Wings Of Destiny” che, a dispetto del titolo banalissimo, ci riporta su livelli decisamente alti, regalandoci un’ultima scintilla prima di far calare il sipario su questo tour de force.
Il giudizio, dunque, si pone un po’ a metà strada, tra ciò che ci ha convinto e i troppi pezzi riempitivi che finiscono per annacquare il risultato finale. Peccato!

TRACKLIST

  1. Until The End
  2. Fear
  3. Terror
  4. Sinners
  5. Hatred
  6. Hail & Row
  7. Hitman
  8. Stay Down
  9. Rock You
  10. Don’t Cross The Line
  11. Are You Ready
  12. Wings Of Destiny
  13. Waiting For The Night
  14. Lost In Heaven
0 commenti
I commenti esprimono il punto di vista e le opinioni del proprio autore e non quelle dei membri dello staff di Metalitalia.com e dei moderatori eccetto i commenti inseriti dagli stessi. L'utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, diffamatori, di odio, minatori, sessuali o che possano in altro modo violare qualunque legge applicabile. Inserendo messaggi di questo tipo l'utente verrà immediatamente e permanentemente escluso. L'utente concorda che i moderatori di Metalitalia.com hanno il diritto di rimuovere, modificare, o chiudere argomenti qualora si ritenga necessario. La Redazione di Metalitalia.com invita ad un uso costruttivo dei commenti.