HESPERIA – Metallum Italicum (Aeneidos Metalli Apotheosis Pars IV)

Pubblicato il 21/03/2015 da
voto
7.0
  • Band: HESPERIA
  • Durata: 00:43:01
  • Disponibile dal: 24/01/2015
  • Etichetta: Sleaszy Rider Records
  • Distributore:

Con gli Hesperia si ritorna a scuola e per precisione alle lezioni di epica, una delle poche materie capaci di far viaggiare gli svogliati studenti delle scuole medie superiori con la mente oltre le mura dell’aula. Un buon libro di testo da seguire mentre scorrono in sottofondo le note del nuovo album degli italiani, anzi, italici Hesperia è senza dubbio l’Eneide di Virgilio. Ci troviamo nell’Italia preromanica nel periodo in cui vanno ricercate e si formano le origini mitiche troiane della futura città di Roma. Un tema senza dubbio interessante e carico di elementi epici, ma anche originale dato che solitamente i gruppi nostrani che si volgono al passato si fermano ad ere storiche più recenti. Gli Hesperia, progetto solista di Hesperus, sono nati come extreme metal band molto particolare, ma nonostante non tutta la discografia della band sia degna di nota, bisogna riconoscere a questa one-man band la costante volontà di volersi per forza di cose distinguere da tutti, andando anche controcorrente e prendendo decisioni stilistiche impopolari. Di sicuro, possiamo dirlo, il nuovo “Metallum Italicum (Aeneidos metalli Apotheosis Pars IV)” è un album che va contro tutto e tutti, specialmente contro quei lavori pagan metal usciti nell’ultimo periodo in Italia pieni di stereotipi musicali e spesso con poche idee personali. Gli Hesperia, al contrario, sono sin troppo particolari. E’ difficile ascoltare qualcosa di simile al loro stile in Italia e all’estero. C’è ancora qualche riff black metal, come in “Hesperia”, accompagnato da cori gotici ed un cantato screaming, ma tutto il resto dell’album è di difficile catalogazione. L’opener “De Bello Italico I”, ad esempio, ha un sapore hard rock derivante dalla tradizione italiana, partendo da band come i Nomadi, mentre le parti più propriamente metal hanno spesso e volentieri il tocco della scuola degli Iron Maiden. Assai lontani si sentono gli echi dei Bathory, qui l’epicità ha un sapore classico, non nordico. C’è persino un intermezzo cantato in modo lirico. La produzione è discreta, ma per sostenere un lavoro così complesso dovrebbe godere di un budget assai elevato per rendere al massimo. Incredibile è come in “Metallum Italicum (Aeneidos metalli Apotheosis Pars IV)” la musica passi quasi in secondo piano: sono i testi ed i loro protagonisti a guidare l’ascoltatore nel mondo delle guerre e degli eroi come Enea e Turno. I limiti musicali degli Hesperia ci sono sempre, alcune scelte sono coraggiose, altre discutibili, ma qui il gruppo è riuscito a creare una lezione di epica accompagnata da una colonna sonora originale e a tratti bizzarra. Per quasi trequarti d’ora lo studente-ascoltatore ha dimenticato il mondo circostante e ha partecipato con la fantasia alle guerre di Enea e dei suoi uomini ed alleati. E non è poco. Che poi un progetto simile ai più risulti poco interessante o persino indigesto non ha importanza. Stavolta l’esperimento va premiato perchè si è rivelato molto più di un semplice progetto solista. Indicato solo a quelli che hanno voglia di sperimentare sonorità assolutamente particolari ed inusuali per il mondo metal estremo tinto d’epicità.

TRACKLIST

  1. Incipit: Aeneidos Apotheosis
  2. De Bello Italico I
  3. De Bello Italico II
  4. Interludium I: Ave Metallum Italicum
  5. Metallum Italicum I
  6. Metallum Italicum II
  7. Interludium II: Ave Hesperia
  8. Hesperia
  9. Hesperias Triumphator
  10. Apotheosis: Roma Incipit
0 commenti
I commenti esprimono il punto di vista e le opinioni del proprio autore e non quelle dei membri dello staff di Metalitalia.com e dei moderatori eccetto i commenti inseriti dagli stessi. L'utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, diffamatori, di odio, minatori, sessuali o che possano in altro modo violare qualunque legge applicabile. Inserendo messaggi di questo tipo l'utente verrà immediatamente e permanentemente escluso. L'utente concorda che i moderatori di Metalitalia.com hanno il diritto di rimuovere, modificare, o chiudere argomenti qualora si ritenga necessario. La Redazione di Metalitalia.com invita ad un uso costruttivo dei commenti.