HIGHLORD – The Death Of The Artists

Pubblicato il 22/12/2009 da
voto
7.0
  • Band: HIGHLORD
  • Durata: 00:40:00
  • Disponibile dal: 16/11/2009
  • Etichetta: Scarlet Records
  • Distributore: Audioglobe

Sesto album per gli Highlord, melodic power metal band torinese che, muovendosi stilisticamente sulla scia di altre band nostrane quali Labyrinth, Vision Divine o DGM, è riuscita a pubblicare in tredici anni cinque dischi di discreta qualità. Il nuovo “The Death Of The Artists” prosegue su questo trend, nonostante si tratti del primo lavoro senza il tastierista storico Alessandro Muscio. Seguendo la stella polare di Stratovarius e Sonata Arctica in ottimi brani diretti quali la veloce “Simple Man” o la successiva, più ritmata e molto efficace come chorus “Every Thrash Of Me”, le composizioni convincono per qualità del songwriting, delle melodie, dell’esecuzione e degli arrangiamenti, tutti elementi valorizzati dai bei suoni a cura di Luigi Stefanini degli studi New Sin. Su “It Takes Some Passion” emergono invece le influenze più hard rock che col tempo hanno aiutato gli Highlord ad affinare il proprio sound e anche in questa sede permettono al disco di abbattere le barriere del power canonico “made in Finland” attorno a cui ruotano alcuni episodi meno ispirati quali “Dance In A Flame” o “Slave To Darkness”, rendendo dunque più vario l’intero lavoro. Tra i momenti migliori non possiamo non citare anche “Canticle Of The Flesh”, leggermente progheggiante nelle ritmiche e ottima come linee vocali sia sulle raffinate melodie delle strofe che sul ritornello lanciato a tutta velocità, e la conclusiva “Queen In My Pocket”, dove il gruppo torna su sonorità più leggere e vicine all’hard rock. Ineccepible la prova dei singoli, con la voce cristallina di Andrea Marchisio praticamente impeccabile anche nei passaggi più complicati, e un guitar work ispirato sia come ritmiche che soli. Da segnalare la presenza sulla versione giapponese di ben due bonus track: la cover di “Rebel Yell” di Billy Idol e una nuova versione di “Zankokuna Tenshi No Teeze”, la colonna sonora della serie animata “Evangelion”. “The Death Of The Artists” è dunque un nuovo passo nella giusta direzione per questa band italiana, che per qualità della musica che ormai è in grado di proporre, guarda tranquillamente ben oltre ai confini del nostro ancora troppo esterofilo paese.

TRACKLIST

  1. Simple Man
  2. Every Thrash Of Me
  3. Canticle Of The Flesh
  4. It Takes Some Passion
  5. The Death Of The Artists
  6. Dance In A Flame
  7. The Scream
  8. Slave To The Darkness
  9. A Queen In My Pocket
0 commenti
I commenti esprimono il punto di vista e le opinioni del proprio autore e non quelle dei membri dello staff di Metalitalia.com e dei moderatori eccetto i commenti inseriti dagli stessi. L'utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, diffamatori, di odio, minatori, sessuali o che possano in altro modo violare qualunque legge applicabile. Inserendo messaggi di questo tipo l'utente verrà immediatamente e permanentemente escluso. L'utente concorda che i moderatori di Metalitalia.com hanno il diritto di rimuovere, modificare, o chiudere argomenti qualora si ritenga necessario. La Redazione di Metalitalia.com invita ad un uso costruttivo dei commenti.