HOLY MOTHER – Face This Burn

Pubblicato il 21/01/2021 da
voto
7.0
  • Band: HOLY MOTHER
  • Durata: 00:41:15
  • Disponibile dal: 22/01/2021
  • Etichetta:
  • Massacre Records
  • Distributore: Audioglobe

Spotify:

Apple Music:

Dopo un silenzio discografico durato ben diciassette anni, ritornano agguerritissimi gli Holy Mother di Mike Tirelli e James Harris, formazione molto attiva sul finire degli anni Novanta e che si era temporaneamente sciolta con il cantante impegnato su più fronti, nei Messiah’s Kiss e nei Riot. Una decina di anni fa, inoltre, Tirelli si è ritrovato a lottare tra la vita e la morte a causa di un tumore e il fatto di poterci trovare oggi a discutere di questo “Face This Burn” è già anche solo per questo una splendida notizia. Dopo una pausa così consistente, sarebbe comprensibile pensare ad un ritorno sulle scene un po’ in sordina, magari con un album prudente, che possa riallacciare i contatti con la propria storica base di fan. Gli Holy Mother, invece, scelgono una strada diversa, adattando il loro US power ad un taglio ancora più incazzato e moderno, che punta tutto sul groove di chitarre schiacciasassi e sulla voce ancora impressionante di Tirelli. Molto buona la prima parte dell’album, con la titletrack posta in apertura e la successiva “Love Is Dead” a picchiare duro, così come il il finale, su cui spiccano “Today”, particolarmente efficace sul versante ritmico, e “The River”, tanto semplice nella sua costruzione quanto inesorabile nel suo voler abbattere qualunque cosa si ponga sul suo cammino. Meno convincente, invece, la parte centrale dell’album, che mostra un po’ il fianco a qualche critica: se le composizioni, infatti, funzionano bene per impatto ed energia grezza, lo stesso non si può dire in maniera altrettanto chiara nella composizione e nelle melodie, che risultano spesso livellate su strutture standard. Molto riuscita, invece, la cover di “Superstar” dei The Carpenters, un brano di musica leggera che viene mutato in una potentissima ed efficace power-ballad. “Face This Burn”, comunque, risulta nel complesso un lavoro riuscito e anche coraggioso: sarà interessante vedere se (e come) riuscirà a posizionarsi rispetto al suo pubblico, tra la vecchia guardia che potrebbe trovare questa proposta troppo distante dalle sonorità più classiche e una nuova generazione di ascoltatori ai quali il nome degli Holy Mother non accende nessun ricordo del passato. Comunque sia, un bentornato a loro e soprattutto al loro frontman, che con “Face This Burn” ha dimostrato il vero carattere di chi non ha mai mollato nè mai lo farà.

TRACKLIST

  1. Face This Burn
  2. Love Is Dead
  3. Legends
  4. No Death Reborn
  5. The Truth
  6. Prince Of The Garden
  7. Wake Up America
  8. Mesmerized By Hate
  9. Today
  10. The River
  11. Superstar
0 commenti
I commenti esprimono il punto di vista e le opinioni del proprio autore e non quelle dei membri dello staff di Metalitalia.com e dei moderatori eccetto i commenti inseriti dagli stessi. L'utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, diffamatori, di odio, minatori, sessuali o che possano in altro modo violare qualunque legge applicabile. Inserendo messaggi di questo tipo l'utente verrà immediatamente e permanentemente escluso. L'utente concorda che i moderatori di Metalitalia.com hanno il diritto di rimuovere, modificare, o chiudere argomenti qualora si ritenga necessario. La Redazione di Metalitalia.com invita ad un uso costruttivo dei commenti.