HUNDREDTH – Revolt

Pubblicato il 29/03/2013 da
voto
6.5
  • Band: HUNDREDTH
  • Durata: 00:14:00
  • Disponibile dal: 19/03/2013
  • Etichetta: Mediaskare
  • Distributore:

Spotify:

Apple Music:

Prima di dedicarsi al confezionamento di un nuovo full-length, gli Hundredth hanno deciso di dare alle stampe due EP, “Revolt” e “Resist”, che dovrebbero fare da spartiacque tra il vecchio e il futuro corso della band. Il primo di questi, “Revolt”, è ora disponibile, mentre per ascoltare il secondo ci sarà presumibilmente da aspettare alcuni mesi. Di fronte a queste nuove tracce, si può dire che il gruppo statunitense abbia ormai preso le distanze dal melodic metal-core degli esordi per seguire coordinate più propriamente hardcore, peraltro già svelate nel precedente “Let Go”. Il quintetto oggi ha chiare velleità intimiste e, nonostante qualche soluzione un po’ più accesa riesca ancora ad avvicinarli vagamente a colleghi come gli Stick To Your Guns, si percepisce piuttosto chiaramente l’influenza di realtà della east coast come i Defeater, ai quali i Nostri sembrano guardare anche per esigenze di concept. Rispetto a “Let Go”, il sound risulta più drammatico e teso verso un’atmosfera cupa; le trame musicali sembrano quasi voler risucchiare le urla del frontman Chadwick Johnson, qui per nulla spalleggiato da interventi di clean vocals e lasciato solo a lanciare slogan di indignazione e, appunto, rivolta. Nel complesso, si percepisce come gli Hundredth abbiano voluto allontanarsi il più possibile da quelle sonorità e da quel tipo di immagine più frivoli/tamarri tipiche del roster Mediaskare per abbracciare ormai in toto una forma più adulta e grave. “Let Go” aveva già mandato vari segnali in questa direzione, ma “Revolt” ne è forse la definitiva conferma. Questi cinque brani, pur piacevoli, non si rivelano esattamente sbalorditivi a livello di contenuti e impatto, ma sembrano comunque avere tutte le carte in regola per dividere il seguito del gruppo e per generare curiosità attorno alle “prossime puntate”.

TRACKLIST

  1. Ruin
  2. Savages
  3. Free Mind / Open Spirit
  4. Barren
  5. Euclid (Slave Song)
0 commenti
I commenti esprimono il punto di vista e le opinioni del proprio autore e non quelle dei membri dello staff di Metalitalia.com e dei moderatori eccetto i commenti inseriti dagli stessi. L'utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, diffamatori, di odio, minatori, sessuali o che possano in altro modo violare qualunque legge applicabile. Inserendo messaggi di questo tipo l'utente verrà immediatamente e permanentemente escluso. L'utente concorda che i moderatori di Metalitalia.com hanno il diritto di rimuovere, modificare, o chiudere argomenti qualora si ritenga necessario. La Redazione di Metalitalia.com invita ad un uso costruttivo dei commenti.