HYBORIAN STEEL – An Age Undreamt Of…

Pubblicato il 30/07/2009 da
voto
6.0
  • Band: HYBORIAN STEEL
  • Durata: 00:41:39
  • Disponibile dal: //2009
  • Etichetta: My Graveyard Productions
  • Distributore: Masterpiece

Suonare nel 2009 come una cult epic metal band degli anni ’80, questo sembra essere l’obiettivo degli Hyborian Steel, quartetto americano che arriva oggi al debutto discografico sotto l’italiana MyGraveyard. Il sound del gruppo è infatti assolutamente retrò e si rifà pienamente a glorie dell’epic metal quali Cirith Ungol, Omen, Heavy Load e Manilla Road. Anche le ambientazioni d’ispirazione Howardiana, pregne di gesta eroiche, solenni esaltazioni di gloria e onore e celebrazioni di epiche battaglie, sono pienamente in linea con il genere. Le premesse per un album interessante dunque ci sono tutte ma la band di Crystal City mette insieme un disco per certi versi buono e per altri abbastanza criticabile.  Tra i “pro” troviamo i brani più significativi e meglio riusciti del lavoro come l’opener “Hyborian Steel” e “Bringer Of Chaos And War”, up-tempo dai toni battaglieri dove la chitarra di Theodore Ulysses Berry dimostra di essere il punto forte del gruppo. “Cimmerian”, guidata dalla discreta prova vocale del cantante e leader Howie Roberts, suona come un fiero manifesto all’epic ottantiano più true e intransigente mentre più oscura ed evocativa è la seguente “Eyes Of The Serpent”. Buona anche la cover di “Heavy Metal Heaven” degli Heavy Load e la conclusiva e solenne titletrack, mentre il riffing della tirata “Pirates Of The Black Sea” pesca con scarso successo dai Running Wild di “Black Hand Inn” e poco incisiva è anche “Behind The Mirror”, rovinata da un chorus alquanto noioso. Il maggior interrogativo lo lascia però la produzione. Va bene infatti ricercare un sound retro’, ma registrare una chitarra prevalentemente su un canale, la voce sull’altro e una sezione ritmica con suoni decisamente deboli appare piuttosto indice di scarsa qualità, oggi che chiunque può permettersi una registrazione che guardi agli anni ottanta ma comunque professionale. Purtroppo questo aspetto mina la resa complessiva di “An Age Undreamt Of…”, un disco dunque consigliabile solo ai cultori del genere.

TRACKLIST

  1. Hyborian Steel
  2. Cimmerian
  3. Eyes Of The Serpent
  4. Pirates Of The Black Coast
  5. M. R. Z.
  6. Heavy Metal Heaven
  7. Behind The Mirror
  8. Bringers Of Chaos
  9. An Age Undreamt Of
0 commenti
I commenti esprimono il punto di vista e le opinioni del proprio autore e non quelle dei membri dello staff di Metalitalia.com e dei moderatori eccetto i commenti inseriti dagli stessi. L'utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, diffamatori, di odio, minatori, sessuali o che possano in altro modo violare qualunque legge applicabile. Inserendo messaggi di questo tipo l'utente verrà immediatamente e permanentemente escluso. L'utente concorda che i moderatori di Metalitalia.com hanno il diritto di rimuovere, modificare, o chiudere argomenti qualora si ritenga necessario. La Redazione di Metalitalia.com invita ad un uso costruttivo dei commenti.