HYPERSONIC – Fallen Melodies

Pubblicato il 04/05/2011 da
voto
6.0
  • Band: HYPERSONIC
  • Durata: 00:47:26
  • Disponibile dal: 31/01/2011
  • Etichetta: Underground Symphony
  • Distributore: Audioglobe

Come commentare il primo album dei siciliani Hypersonic, realtà nostrana dedita ad un buon power melodico di ispirazione Skylark/Dark Moor? Gli elementi che ci si aspetta dal genere ci sono tutti: doppio pedale quasi onnipresente, melodie vocali ultra catchy, tastiere magnificenti e ultra prodotte… come spesso succede però con questi album, il vero grande assente è come al solito l’originalità. Anche se stiamo quindi parlando di un prodotto certamente derivativo e poco originale, non ce la sentiamo però lo stesso di bocciare gli Hypersonic come normalmente faremmo con le decine di altre band power che spediscono i propri lavori in redazione. Infatti, dopo aver constatato l’inaspettata bravura della band nello scrivere soluzioni melodiche di assoluta presa che rimangono fissate nel cervello dell’ascoltatore per ore dopo aver tolto il disco dal lettore, non possiamo non ammettere che, nonostante la derivatività, questo disco possegga una marcia in più rispetto alle altre uscite di categoria. Introdotto da un’intro, “The Last Apocalypse”, che sembra parlarci di Rhapsody e Thy Majesty, già con i primi due pezzi l’album ci mostra fin da subito quelle che saranno poi le sue caratteristiche migliori: una serie di refrain eccezionali, melodici e di facile presa, che mantengono l’attenzione dell’ascoltatore incollata al pezzo, nascondendogli però grazie alla propria immediatezza e freschezza quelli che sono invece i punti dolenti, ovvero una produzione non all’altezza e sbilanciata a favore dei synth, e il fatto che il 90% di quello che stiamo ascoltando lo abbiamo in effetti già sentito da un’altra parte. Tra le particolarità di questa band segnaliamo tra l’altro la cantante Alessia Rapisarda, unica eccezione che la band compie rispetto agli stilemi imposti dal genere power sinfonico. Dotata di un timbro decisamente più basso rispetto alle colleghe Tarja Turunen o Sharon Del Aden, la vocalist è sicuramente la forza trainante dell’intero gruppo, risultando più potente e meno manieristica rispetto ai nomi illustri citati prima. Ricollegandoci al fatto che appunto il punto di forza di questo “Fallen Melodies” risiede proprio nell’approccio diretto ed easy listening delle canzoni proposte, capiamo come la scelta di una cantante con queste caratteristiche risulti vincente, arricchendo il suono generale e donandogli incisività, invece che affossarlo come succede ad esempio con i nuovi Dotma o con gli ultimi Edenbridge. Oramai il punto dovrebbe essersi capito: gli Hypersonic non creano assolutamente nulla di nuovo e si limitano a fare il loro lavoro suonando un power abbastanza scontato, ma c’è da dire che quello che fanno lo fanno bene. Consigliati dunque a chi adora il genere e vuole scoprire qualche nuova realtà interessante, ma sconsigliati a tutti coloro che il power non lo ascoltano più in quanto convinti che come genere sia ormai defunto anni fa.

TRACKLIST

  1. The Last Apocalypse
  2. My Spirit Free
  3. Rebirth
  4. Winter Melodies
  5. Wheels Of Fire
  6. A Lovely Creature
  7. A Beautiful Dream
  8. Heaven
  9. Atlantis Treasure
  10. Diamond Hope
0 commenti
I commenti esprimono il punto di vista e le opinioni del proprio autore e non quelle dei membri dello staff di Metalitalia.com e dei moderatori eccetto i commenti inseriti dagli stessi. L'utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, diffamatori, di odio, minatori, sessuali o che possano in altro modo violare qualunque legge applicabile. Inserendo messaggi di questo tipo l'utente verrà immediatamente e permanentemente escluso. L'utente concorda che i moderatori di Metalitalia.com hanno il diritto di rimuovere, modificare, o chiudere argomenti qualora si ritenga necessario. La Redazione di Metalitalia.com invita ad un uso costruttivo dei commenti.