HYPERWULFF – Volume 2: The Divide

Pubblicato il 27/10/2018 da
voto
7.0
  • Band: HYPERWULFF
  • Durata: 35:10
  • Disponibile dal: 28/09/2018
  • Etichetta: Shove Records
  • Distributore:

Nuovo lavoro per il duo emiliano, che avevamo già avuto modo di recensire con il precedente “Volume 1: Erion Speaks“. Ancora una volta alle prese con le diatribe tra Hyperwűlff e Robogoat per il futuro del pianeta Erion IX, il duo composto da The Sarge (chitarra e voce) e The Wűlff (batteria e sintetizzatori) picchia sempre duro e il loro spirito non sembra affievolito nemmeno di un decibel. Mentre con il primo trittico il sound riprende quello dello stoner/sludge più caparbio e grassoccio, è con la quarta “Ghost Wolf” che si riprendono in mano le tonalità più post-hardcore che avevano già fatto capolino in passato e che settano il lavoro su ottimi livelli di impatto. Il pastiche sonoro è sempre grezzo e ben modellato allo stesso punto del precedente lavoro, anche se qui la maturità del progetto sembra emergere ancora maggiormente (“Stele Chant”). Con la roboante “Shattered Ground” (forse uno dei pezzi migliori del lavoro, oltre che il più lungo) l’album si raffina di post-metal intrigante, con le altalene classiche del genere, e riesce a modellare il ritmo dell’ascolto in maniera ancora più ampia. I riff restano potenti e ‘ignoranti’ al punto giusto, capaci di tenere alta l’attenzione e lo spirito d’ascolto, gradino che non sempre riesce in ambito stoner/sludge. La breve durata dell’album e dei suoi dieci pezzi gioca a vantaggio dell’espressività del disco e mantiene le caratteristiche portanti della band, segnalandola ancora dopo le sortite italiche di spalla a Pallbearer e Deafheaven degli ultimi anni. L’Iperlupo narra la sua storia e torna a chiedere aiuto ai terrestri per salvare il pianeta Erion, e lo fa ancora a suon di sludge, post-metal e bordate sonore che continuano ad intrigare per il loro essere sbarazzine, immediate ma non son sempliciotte. Un gran punto a favore del duo bologn… ehm.. erioniano.

 

TRACKLIST

  1. Erion Chant
  2. Hypersphere
  3. Recall! Recall!
  4. Ghost Wolf
  5. Last Ride
  6. Stele Chant
  7. Shattered Ground
  8. 17 45 40.045 -29 00′ 27.9
  9. Omniverse
  10. Infinite Titan
0 commenti
I commenti esprimono il punto di vista e le opinioni del proprio autore e non quelle dei membri dello staff di Metalitalia.com e dei moderatori eccetto i commenti inseriti dagli stessi. L'utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, diffamatori, di odio, minatori, sessuali o che possano in altro modo violare qualunque legge applicabile. Inserendo messaggi di questo tipo l'utente verrà immediatamente e permanentemente escluso. L'utente concorda che i moderatori di Metalitalia.com hanno il diritto di rimuovere, modificare, o chiudere argomenti qualora si ritenga necessario. La Redazione di Metalitalia.com invita ad un uso costruttivo dei commenti.