HYPNOTHETICALL – Synchreality

Pubblicato il 25/03/2018 da
voto
7.0
  • Band: HYPNOTHETICALL
  • Durata: 00:46:45
  • Disponibile dal: 16/03/2018
  • Etichetta: Revalve Records
  • Distributore:

Nuovo episodio discografico per la compagine vicentina che sin dai primi demo e album aveva già dimostrato ampie capacità d’innovazione portando una ventata d’aria fresca nella scena prog-metal nostrana. Con questo “Synchreality” si confermano nuovamente. La qualità del materiale proposto si rispecchia non solo nella tecnica esecutiva ma anche nella cura dei testi e della produzione. Nell’album si usano con sapienza basi e sequenze, programmate da Giuseppe Zaupa, che creano effetti di liquidità musicale che si contrappongono piacevolmente ai riff e alle ritmiche spezzettate e poco lineari ma certamente incisive, sempre dello stesso Giuseppe. In più c’è il lavoro di Davide Pellichero al microfono, dotato di un’ottima versatilità vocale, che riesce a mantenere inalterata l’eterogeneità di suoni e stili che caratterizzano le altre uscite della band mantenendo comunque insieme le fila di questo lavoro e fornendoci una prova di qualità e personalità, sentire “Dreaming In Digital” per credere. Le canzoni scritte per quest’album non sono mai solo metal, anzi: si barcamenano piuttosto tra passaggi di rock raffinato e soluzioni più orientate ad appagare un orecchio estraneo alle sonorità più dure. Poi in brani come “Tribal Nebula” o “Rumors” c’è spazio anche per qualche scapocciata come si deve per chi, invece, le orecchie le ha sempre allenate a fragori musicali che non vanno per il sottile. Altro caratteristica che la band riesce a mettere in questo lavoro è la possibilità di creare atmosfere e ambientazioni confortevoli a suggestioni emotive senza creare scompensi compositivi o eccessive snaturazioni stilistiche. In definitiva l’impressione che ci rimane dopo aver sentito l’opera intera è che le composizioni proposte, per quanto tecniche, siano pervase da una certa eleganza stilistica e una velata cortina malinconica appaganti in cui non si presenta mai un eccesso di durezza o di stucchevolezza. Un lavoro che per apprezzare appieno merita più di un ascolto ma che sin dal primo momento qualcosa in testa e nel cuore ci lascia. Stilisticamente parlando possiamo trovare dei leggeri richiami a dei giovani Pain Of Salvation o ancor di più in un perfetto mix tra gli ultimi Enter Shikari e i Caligula’s Horse. Col trittico composto da “Solstice Of Emotions”, “In Hatred” e “Rumors” si raggiunge l’apice dell’offerta musicale che gli Hypnotethicall hanno messo a disposizione per questo lavoro. Avanti così.

TRACKLIST

  1. Synchronism To The Light
  2. Where All The Trees Bend
  3. Tribal Nebula
  4. The Spell
  5. Industrial Memories
  6. Dreaming In Digital
  7. Solstice Of Emotions
  8. In Hatred
  9. Rumors
  10. Analog Dream Experience
0 commenti
I commenti esprimono il punto di vista e le opinioni del proprio autore e non quelle dei membri dello staff di Metalitalia.com e dei moderatori eccetto i commenti inseriti dagli stessi. L'utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, diffamatori, di odio, minatori, sessuali o che possano in altro modo violare qualunque legge applicabile. Inserendo messaggi di questo tipo l'utente verrà immediatamente e permanentemente escluso. L'utente concorda che i moderatori di Metalitalia.com hanno il diritto di rimuovere, modificare, o chiudere argomenti qualora si ritenga necessario. La Redazione di Metalitalia.com invita ad un uso costruttivo dei commenti.