HYPOCRISY – 10 Years Of Chaos And Confusion

Pubblicato il 26/08/2001 da
voto
8.0
  • Band: HYPOCRISY
  • Durata: 01:08:00
  • Disponibile dal: 30/07/2001
  • Etichetta: Nuclear Blast
  • Distributore: Audioglobe

Molti potrebbero chiedersi perché, che necessità ci fosse di mettere sul mercato una raccolta celebrativa a distanza di appena due anni dall’apprezzatissimo live album “Hypocrisy Destroys Wacken”, che tra l’altro raccoglieva di suo già buona parte del materiale presente su questa nuova compilation; il consiglio è però quello di abbandonare ogni interrogativo sviante in questo caso, visto che ogni volta che si parla di Hypocrisy non c’è un significato, una spiegazione, una logica soddisfacente per trovare i perché e i percome. Gli Hypocrisy sono gli Hypocrisy e che Dio (o Satana) li benedica. Insensato quindi arrugginirsi inutilmente sui soliti discorsi legati al commercialista della label di turno, qui di fronte avete un album ed una band da avere ed adorare assolutamente, sia se siete già dei fan della band di Peter Tagtgren, sia se non avete mai ascoltato nulla dello swedish fab-trio per eccellenza. Ed allora non indugiate: inserite il cd nel lettore, premete play e sarete catapultati in un passato ignoto ai più chiamato “Penetralia”, “The Fourth Dimension”, “Apocalypse”, “Pleasure Of Molestation”, “Left To Rot”, e poi ancora nelle più recenti deflagrazioni di “Until The End”, “Fractured Millennium”, “A Coming Race”, “Fire In The Sky” e naturalmente l’immortale “Roswell 47”. E come se fosse la più effimera delle droghe, non ne saprete più fare a meno. Musica che si mangia la coda da sola, nel suo aver saputo trascendere trend e generi musicali, creando un qualcosa di unico ed irripetibile e riuscendo a mescolare nello stesso calderone il death metal scolastico degli esordi targati “Penetralia” e “Osculum Obscenum”, lo swedish sound, i Pink Floyd e le immancabili citazioni sci-fi dai maestri Voivod. E tanto, tanto altro ancora. Ogni album è una vera e propria sorpresa, a tal punto che nessuno sa mai cosa aspettarsi quando esce un nuovo disco degli Hypocrisy. Basti pensare a “The Final Chapter”, presentato come l’epitaffio della band e che invece si è attestato su dei livelli qualitativi insperati ed abbastanza elevati per avvalersi dello status di cult album; o ancora all’eclettico e schizoide “Hypocrisy”, l’album della rinascita e delle cento facce di una band incapace di stagnare o di accontentarsi di quanto già fatto. Ma il percorso musicale di Peter, Lars e Mikael non termina qui, e “10 Years Of Chaos And Confusion” conferma solo che si tratta del momento di voltare pagina, perché tra poco un altro viaggio siderale avrà inizio, senza che nessuno abbia la più pallida idea di quali coordinate l’ammiraglio Tagtgren avrà intenzione di seguire stavolta. Questi sono gli Hypocrisy e che Satana (o Dio) li benedica.

TRACKLIST

  1. Penetralia
  2. The Fourth Dimension
  3. Osculum Obscenum
  4. Apocalypse
  5. Killing Art
  6. Deathrow ( no Regrets )
  7. Left To Rot
  8. Until The End
  9. Pleasure Of Molestation
  10. A Coming Race
  11. Fractured Millennium
  12. Roswell 47
  13. Fire In The Sky
  14. The Final Chapter
0 commenti
I commenti esprimono il punto di vista e le opinioni del proprio autore e non quelle dei membri dello staff di Metalitalia.com e dei moderatori eccetto i commenti inseriti dagli stessi. L'utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, diffamatori, di odio, minatori, sessuali o che possano in altro modo violare qualunque legge applicabile. Inserendo messaggi di questo tipo l'utente verrà immediatamente e permanentemente escluso. L'utente concorda che i moderatori di Metalitalia.com hanno il diritto di rimuovere, modificare, o chiudere argomenti qualora si ritenga necessario. La Redazione di Metalitalia.com invita ad un uso costruttivo dei commenti.