I – Between Two Worlds

Pubblicato il 14/11/2006 da
voto
8.0
  • Band: I
  • Durata: 00:42:36
  • Disponibile dal: 03/11/2006
  • Etichetta: Nuclear Blast
  • Distributore: Audioglobe

E’ inutile negarlo: musicalmente parlando ormai viviamo nell’epoca delle all star band: mai come in questo periodo vi è stato un fiorire di progetti di questo tipo, per lo più estemporanei, nei quali artisti più o meno noti uniscono le forze per dare sfogo a quelle pulsioni musicali che nelle rispettive band madri non riuscirebbero ad essere utilizzate. La maggior parte delle volte, soprattutto quando i nomi coinvolti sono altisonanti, si rischia di andare incontro ad una cocente delusione, vuoi perché le aspettative erano troppo alte, vuoi perché effettivamente il prodotto non è all’altezza della fama di detti personaggi. Fortunatamente non è questo il caso degli I, creatura messa in piedi da Abbath degli Immortal, con l’apporto fondamentale di Ice Dale (Enslaved), T.C. King (Sahg, Gorgoroth), Armagedda (ex Immortal) e del mitico Demonaz, che qui si occupa solo delle liriche. Prendendo come punto di partenza proprio gli Immortal più epici, gli I innestano fortissime dosi di Bathory (quelli di “Hammerheart”),Motorhead e, perché no, Kiss. Quello che ne esce è un concentrato entusiasmante di epic black and roll, definizione orrenda ma che calza a pennello sui norvegesi. La prima traccia, “The Storm I Ride” è abbastanza fuorviante, in quanto la componente epica è accantonata a favore di un rock and roll grezzissimo e guidato dalla voce marcia di Abbath, in questo senso parecchio vicino a Quorthon, ma, se possibile, ancora più sgraziato. Per il resto, le ritmiche non sono quasi mai forsennate, privilegiando il mid tempo d’impatto; la chitarra è grezza e semplice, come in un album di Lemmy e compagnia, e le liriche di Demonaz ci trasportano sulle strade tracciate dai Bathory anni or sono. Il songwriting si mantiene su altissimi livelli lungo tutta la durata del lavoro, ma raggiunge l’apice emotivo all’altezza di “Far Beyond The Quiet”, straordinario brano che non avrebbe sfigurato su “Hammerheart”. “Between Two Worlds” è un album completamente derivativo, ma fatto con un’abilità ed una passione tali da farlo risultare uno dei migliori lavori di questo 2006. Acquisto obbligatorio.

TRACKLIST

  1. The Storm I Ride
  2. Warriors
  3. Between Two Worlds
  4. Battalions
  5. Mountains
  6. Days Of North Winds
  7. Far Beyond The Quiet
  8. Cursed We Are
0 commenti
I commenti esprimono il punto di vista e le opinioni del proprio autore e non quelle dei membri dello staff di Metalitalia.com e dei moderatori eccetto i commenti inseriti dagli stessi. L'utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, diffamatori, di odio, minatori, sessuali o che possano in altro modo violare qualunque legge applicabile. Inserendo messaggi di questo tipo l'utente verrà immediatamente e permanentemente escluso. L'utente concorda che i moderatori di Metalitalia.com hanno il diritto di rimuovere, modificare, o chiudere argomenti qualora si ritenga necessario. La Redazione di Metalitalia.com invita ad un uso costruttivo dei commenti.