IL PASTO NUDO – Deep Inside

Pubblicato il 04/03/2009 da
voto
7.0
  • Band: IL PASTO NUDO
  • Durata: 00:16:50
  • Disponibile dal: 04/03/2009
  • Etichetta:
  • Distributore:

Spotify non ancora disponibile

Apple Music non ancora disponibile

Quando ci siamo trovati per le mani il promo de Il Pasto Nudo, quasi automaticamente la mente è corsa al morboso film di David Cronenberg tratto da un racconto di Burroughs ed infarcito di droghe, extraterrestri e macchine da scrivere che si trasformano in scarafaggi parlanti. Osservando titolo e cover artwork del lavoro, però, ci siamo accorti delle affinità con i cult heroes olandesi 7Zuma7, e con il loro unico album “Deep Inside”, uscito nel 2000. Ed è proprio alla disciolta band di Eindhoven che Il Pasto Nudo si ispira, oltre che a tutta la scena stoner psych statunitense. I fratelli Longobardi, fondatori del progetto, sono attivi in campo musicale sin dalla fine degli anni ottanta e, dopo essere passati attraverso esperienze industrial e stoner ed essere stati paragonati ai Subsonica, sono ultimamente tornati al loro amore per le sonorità fuzz e seventies presenti in questo promo. Data la lunga esperienza dei ragazzi, era quasi ovvio che la musica contenuta in “Deep Inside” fosse lontana anni luce da certi dilettantismi tipici delle band alle prime armi: i sei brani contenuti nel lavoro sono infatti piuttosto maturi ed anche discretamente elaborati, perlomeno per i canoni dello stoner rock. La componente psichedelica è ben presente nelle composizioni ma non prende mai il sopravvento sull’anima rock della musica. Le chitarre guidano il sound dei ragazzi e lo orientano verso un hard settantiano non particolarmente pesante ma comunque sporco quel tanto che basta per poter inserire la loro proposta nell’ampio calderone stoner. Di doom ce n’è poco, qui più che i Black Sabbath si sentono Mountain e Blue Cheer, senza dimenticare l’apporto fondamentale dei Cream. In definitiva ci troviamo davanti ad un buon lavoro, probabilmente senza pretese se non quella di “lasciar fluire la propria musica come un fiume in piena al più alto volume possibile”, come dice letteralmente la bio. Obiettivo centrato.

TRACKLIST

  1. My Heavy Way
  2. Dead Man Walking
  3. Hot Black Water
  4. Suffering
  5. My Tied Eyes
  6. Deep Inside
0 commenti
I commenti esprimono il punto di vista e le opinioni del proprio autore e non quelle dei membri dello staff di Metalitalia.com e dei moderatori eccetto i commenti inseriti dagli stessi. L'utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, diffamatori, di odio, minatori, sessuali o che possano in altro modo violare qualunque legge applicabile. Inserendo messaggi di questo tipo l'utente verrà immediatamente e permanentemente escluso. L'utente concorda che i moderatori di Metalitalia.com hanno il diritto di rimuovere, modificare, o chiudere argomenti qualora si ritenga necessario. La Redazione di Metalitalia.com invita ad un uso costruttivo dei commenti.