IMPLORE – Depopulation

Pubblicato il 01/10/2015 da
voto
7.0
  • Band: IMPLORE
  • Durata: 00:28:00
  • Disponibile dal: 11/09/2015
  • Etichetta: Pelagic Records
  • Distributore:

Gli Implore sono una (relativamente) nuova realtà death-grind tedesca. Nati nel 2013, questo “Depopulation” è il loro debut album dopo un paio di brevi EP rilasciati nei primi mesi di attività. La Pelagic Records, etichetta che è solita concentrarsi soprattutto su “post” metal e rock, ha deciso di aprirsi a tendenze più estreme puntando proprio su di loro e si può dire che tutto sommato la scelta sia stata azzeccata. Certo, il gruppo non può ancora vantare una personalità ben delineata, ma, se si guarda esclusivamente al songwriting, “Depopulation” è un lavoro che può dare soddisfazioni, a maggior ragione se si è già grandi fan di questo genere di sonorità. Il terzetto si ispira principalmente ai Rotten Sound, irrobustendo del grindcore di matrice scandinava con importanti iniezioni di classico death metal svedese. Ad un ascolto sommario, si potrebbe pure arrivare a definire gli Implore dei semplici cloni dei noti finlandesi, ma le successive fruizioni svelano una predisposizione a variare le ritmiche in maniera più ingegnosa e una velata influenza black-death ravvisabile nelle melodie e in certe parentesi particolarmente serrate. L’alternanza tra bordate velocissime e groove ignorante è tuttavia di pura marca Rotten Sound e crediamo che i rimandi siano palesi anche alle orecchie degli ascoltatori meno esperti. Come già accennato, comunque, il materiale funziona e possiede un buon tiro: “Homo-Consumens” o “Inexorable Malignancy” mescolano con sagacia tutti gli elementi succitati e si fanno presto ricordare, ma anche il resto della tracklist non annoia grazie ad un buon compromesso tra furia cieca e dinamismo. Essendo anch’essi tedeschi, a livello di paragoni vengono alla mente pure i giovani Deathrite… e la lista potrebbe proseguire. Dopo tutto, “Depopulation” è un lavoro che proviene dalla medesima scena e anche per questo motivo non potrà che suonare familiare a chi è particolarmente coinvolto dall’attuale circuito grind e crust underground. Gli Implore insomma per ora non emergono, ma comunque vanno a dar man forte ad un panorama che si sta sempre più affermando. In tanti saranno lieti di dare loro il benvenuto.

TRACKLIST

  1. Epicyte / Parasite
  2. Sentenced
  3. Thousand Generations
  4. Homo-Consumens
  5. Hegelian Dialectic
  6. Cadaves On Parade
  7. Hoax
  8. Anthropocentric Selfishness
  9. Iscariote
  10. Neo Luddite
  11. Ruthless Conspiracy
  12. Bohemian Grove
  13. Intrincated Scapegoat
  14. Inexorable Malignancy
1 commento
I commenti esprimono il punto di vista e le opinioni del proprio autore e non quelle dei membri dello staff di Metalitalia.com e dei moderatori eccetto i commenti inseriti dagli stessi. L'utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, diffamatori, di odio, minatori, sessuali o che possano in altro modo violare qualunque legge applicabile. Inserendo messaggi di questo tipo l'utente verrà immediatamente e permanentemente escluso. L'utente concorda che i moderatori di Metalitalia.com hanno il diritto di rimuovere, modificare, o chiudere argomenti qualora si ritenga necessario. La Redazione di Metalitalia.com invita ad un uso costruttivo dei commenti.