INANNA – Void of Unending Depths

Pubblicato il 19/04/2022 da
voto
8.0
  • Band: INANNA
  • Durata: 00:58:13
  • Disponibile dal: 25/04/2022
  • Etichetta:
  • Memento Mori

Spotify non ancora disponibile

Apple Music non ancora disponibile

“Void of Unending Depths” è il primo album che gli Inanna pubblicano (anche) per un’etichetta europea – la spagnola Memento Mori – mettendo così finalmente un piede in un mercato che potrebbe dare loro notevoli soddisfazioni. Prima dell’esplosione di una piattaforma come Bandcamp, era infatti un po’ complicato scoprire o recuperare i lavori del gruppo cileno, che – come moltissime altre realtà connazionali – deve da sempre fare i conti con una posizione geografica poco felice in ottica promozionale e concertistica. È dunque probabile che molti ascoltatori entreranno per la prima volta in contatto con questi death metaller sudamericani proprio grazie a “Void…”, un disco con cui la formazione originaria di Santiago riesce fortunatamente a confermare tutte le proprie qualità, mettendo in mostra tutta la sua grande capacità di intrecciare soluzioni techno-death metal di scuola anni Novanta, uno spirito avventuroso mutuato dal progressive rock e melodie capaci di catturare immediatamente l’attenzione, grazie a un’iterazione di giri armonici talvolta in grado di creare un effetto ipnotico e trascinante dal quale riesce difficile staccarsi (vedi i finali di “The Key to Alpha Centauri” o “Cabo de Hornos”).
Una delle principali caratteristiche del death metal del quartetto è senz’altro la musicalità: nonostante la notevole preparazione tecnica e la ricercatezza delle strutture dei brani, la band non cerca sperimentazioni gratuite o soluzioni estreme; anche quando i ritmi si fanno più sostenuti, la melodia risulta sempre suadente e di ampio respiro, ovviamente senza però cedere ad ammiccamenti troppo facili. Anche in questo terzo full-length, il gruppo non tradisce la sua natura elegante, regalandoci un’opera intrisa di significative suggestioni che attraversano tutto il suo percorso musicale, prendendo le mosse dagli insegnamenti di Pestilence (di “Testimony…”), ultimi Death, Cynic, The Chasm o Nocturnus, ora ostentando un grande rispetto per la tradizione, ora dando la precedenza alla propria sete sperimentale e alla grande tentazione di rimettersi in gioco per trovare nuovi linguaggi espressivi. Le trame sanno contorcersi e dischiudersi con regolarità per mezzo di variazioni tonali sempre altamente calibrate, quasi all’insegna di una ciclica ritualità dai tratti ipnotici e suadenti. Questi intrecci che puntualmente finiscono per dare campo a brillanti melodie sono i tratti di continuità e indeterminatezza che lasciano fluttuare le sette tracce a mo’ di suite progressiva e correlata. Un procedere stratificato, un’immersione che richiede una certa concentrazione da parte dell’ascoltatore, ma che tuttavia, come accennato in precedenza, non sfocia mai nella complessità ad oltranza. In questo, gli Inanna ricordano proprio i loro maestri: nessun equilibrismo troppo ardito, ma finezze sempre messe al servizio della canzone, come del resto avviene anche in casa Blood Incantation – un gruppo ben più giovane dei cileni, ma che ci sentiamo comunque di accostare a Diego Ilabaca e compagni per l’affinità delle loro visioni musicali in questi anni.
“Void of Unending Depths” è insomma l’ennesima prova più che ispirata per la formazione sudamericana, arrivata al ventiduesimo anno di attività senza mai smarrirsi, ma, anzi, esprimendo una personalità sempre più vivace e definita.

TRACKLIST

  1. Evolutionary Inversion
  2. Among Subaqueous Spectres
  3. Far Away in Other Spheres
  4. Underdimensional
  5. The Key to Alpha Centauri
  6. Mind Surgery
  7. Cabo de Hornos
0 commenti
I commenti esprimono il punto di vista e le opinioni del proprio autore e non quelle dei membri dello staff di Metalitalia.com e dei moderatori eccetto i commenti inseriti dagli stessi. L'utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, diffamatori, di odio, minatori, sessuali o che possano in altro modo violare qualunque legge applicabile. Inserendo messaggi di questo tipo l'utente verrà immediatamente e permanentemente escluso. L'utente concorda che i moderatori di Metalitalia.com hanno il diritto di rimuovere, modificare, o chiudere argomenti qualora si ritenga necessario. La Redazione di Metalitalia.com invita ad un uso costruttivo dei commenti.