INCANTATION – Vanquish In Vengeance

Pubblicato il 27/11/2012 da
voto
7.5
  • Band: INCANTATION
  • Durata: 00:52:51
  • Disponibile dal: 26/11/2012
  • Etichetta: Listenable Records
  • Distributore: Audioglobe

Sono passati ben sei anni dall’uscita dell’ultimo full length targato Incantation: dal 2006, infatti (anno di pubblicazione del portentoso “Primordial Domination”), i Nostri si erano un po’ defilati dal mercato discografico, preferendo concentrarsi sulla sempre intensa attività live. Inoltre alcuni cambi nnella line up hanno consigliato a John McEntee una certa prudenza: “Vanquish In Vengeance” infatti è stato registrato soltanto una volta che la formazione si è stabilizzata con l’ingresso di Chuck Sherwood al basso e soprattutto di Alex Bouks alla chitarra, ed il ritorno dietro alle pelli di Kyle Severn. Dopo avere ascoltato il nuovo lavoro dei ragazzi della East Coast, possiamo dire che l’attesa non è stata vana e che ancora una volta la band riesce a porsi al comando di quella schiera di seguaci del death metal più integro e ferale che loro stessi hanno contribuito a creare più di vent’anni or sono. Non aspettatevi novità, quindi, perché non ne troverete. Forse alcuni passaggi ritmici sono leggermente più veloci rispetto al passato – merito anche del basso di Sherwood che risente delle passate esperienze in ambito black thrash; in generale comunque viene privilegiata ancora una volta la pesantezza rispetto alla velocità, prova ne siano le spaventosamente lente “Transcend Into Absolute Dissolution” – per la quale si può tranquillamente parlare di doom death – “Profound Loathing” e la conclusiva e lunghissima “Legion Of Dis”, erede diretta delle straordinarie “Unto Infinite Twilight / Majesty Of Infernal Damnation” ed “Abolishment of Immaculate Serenity”, ovverosia un lungo e disperato cammino attraverso il death metal più epico ed infernale. Di contro troviamo brani relativamente brevi e piuttosto vocati all’up tempo quali l’iniziale “Invoked Infinity”, la title track ed alcuni passaggi di “Haruspex”, dove viene alla luce una certa tendenza alla dissonanza mutuata direttamente dalla coppia Immolation / Morbid Angel. Il growl di McEntee rimane uno dei più interessanti dell’intera scena, profondo e catarroso ma anche incredibilmente espressivo. Abbiamo molto apprezzato anche il ritorno delle due chitarre (assenti dai tempi di “Blasphemy”), soprattutto in quanto viene lasciata maggiore libertà solista a Boulks che ci delizia con dei solos piuttosto old school e decisamente ignoranti, e lascia libero McEntee di costruire muri ritmici impattanti ed inattaccabili, che è la cosa che gli riesce meglio. In definitiva “Vanquish In Vengeance” è il tipico album degli Incantation scritto benissimo, suonato con passione ed al quale stavolta si aggiungono un cover artwork eccellente ed un mixing ad opera del maestro Dan Swanö. Davvero si potrebbe chiedere di più a produzioni di questo tipo?

TRACKLIST

  1. Invoked Infinity
  2. Ascend Into The Eternal
  3. Progeny Of Tyranny
  4. Transcend Into Absolute Dissolution
  5. Haruspex
  6. Vanquish In Vengeance
  7. Profound Loathing
  8. The Hellions Genesis
  9. From Hollow Sands
  10. Legion Of Dis
2 commenti
I commenti esprimono il punto di vista e le opinioni del proprio autore e non quelle dei membri dello staff di Metalitalia.com e dei moderatori eccetto i commenti inseriti dagli stessi. L'utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, diffamatori, di odio, minatori, sessuali o che possano in altro modo violare qualunque legge applicabile. Inserendo messaggi di questo tipo l'utente verrà immediatamente e permanentemente escluso. L'utente concorda che i moderatori di Metalitalia.com hanno il diritto di rimuovere, modificare, o chiudere argomenti qualora si ritenga necessario. La Redazione di Metalitalia.com invita ad un uso costruttivo dei commenti.