INDUKTI – Idmen

Pubblicato il 30/10/2009 da
voto
6.5
  • Band: INDUKTI
  • Durata: 01:13:20
  • Disponibile dal: 26/10/2009
  • Etichetta: Inside Out
  • Distributore: Audioglobe

"Idmen" è il nuovo LP dei progster polacchi Indukti, quartetto (due chitarre, basso, batteria e violino) fautore di un progressive nell’accezione più larga del termine e influenzato da band quali Tool, ad esempio, ma anche Pink Floyd e gli onnipresenti King Crimson. Le ritmiche di chitarre dei quattro e il drumming sono sicuramente di scuola Tool, e sono probabilmente una delle parti più riuscite del disco: non ci sono idee originalissime ma i vari elementi sono ben pensati e ben suonati. L’apporto del violino spesso aggiunge un che di melodico al suono ma a volte è un po’ forzato, risultando non amalgamatissimo con il resto. Il punto dolente del disco è quando i nostri imbracciano gli strumenti acustici: queste parti sono meno ispirate e un po’ troppo canoniche per risultare convincenti; li preferiamo decisamente quando pestano sui tempi dispari, con ritmiche spezzate e spesso dissonanti accompagnate da un buon drumming, vario e poche volte sopra le righe. Un altro punto di discussione sono le voci: essendo il quartetto strumentale, tutti i brani cantati sono interpretati da ospiti. In alcuni casi il risultato è buono, come in "…and Who’s the God Now?!", ma in "Tusan Homichi Tuvota" la voce è troppo impostata e finisce per rendere troppo manieristico il tutto. Insomma, un disco composto da luci e ombre, ma che potrebbe piacere ai fan del genere.

TRACKLIST

  1. Sansara
  2. Tusan Homichi Tuvota
  3. Sunken Bell
  4. ...And Who's The God Now?!
  5. Indukted
  6. Aemaet
  7. Nemesis Voices
  8. Ninth Wave
0 commenti
I commenti esprimono il punto di vista e le opinioni del proprio autore e non quelle dei membri dello staff di Metalitalia.com e dei moderatori eccetto i commenti inseriti dagli stessi. L'utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, diffamatori, di odio, minatori, sessuali o che possano in altro modo violare qualunque legge applicabile. Inserendo messaggi di questo tipo l'utente verrà immediatamente e permanentemente escluso. L'utente concorda che i moderatori di Metalitalia.com hanno il diritto di rimuovere, modificare, o chiudere argomenti qualora si ritenga necessario. La Redazione di Metalitalia.com invita ad un uso costruttivo dei commenti.