INFERNAL GOAT – Goatmetal

Pubblicato il 04/05/2021 da
voto
7.0
  • Band: INFERNAL GOAT
  • Durata: 00:44:03
  • Disponibile dal: 21/03/2021
  • Etichetta:
  • Sociedade Dos Mortos

Spotify non ancora disponibile

Apple Music non ancora disponibile

Ventitre anni di militanza ed ecco arrivare il secondo full length album dei sardi Infernal Goat, un nome noto nell’underground nostrano. “Goatmetal” arriva a ben otto anni di distanza dall’uscita del debutto su lunga distanza “Infernal Goat” ed in questi anni la band non ha fatto uscire nessuna altra release, neanche di minor durata. Sembravano scomparsi, e invece eccoli nuovamente tra noi, con una formazione rinnovata, in quanto ai due fondatori Lord Impaler e Lord Goat su questo nuovo album si aggiungono una nuova bassista, un nuovo chitarrista ed un session alla batteria. Questo rinnovamento ha giovato alla band: il sound è molto coeso e la performance del gruppo è decisamente violenta. Anche stavolta gli Infernal Goat si mostrano figli della propria era, ovvero di quei mitici anni ’90 in cui all’epoca suonare black metal significava anche sperimentare. Non che i Nostri facciano parte di chissà quale avanguardia musicale, anzi, ma su “Goatmetal”, forse ancor più che in passato, si percepisce la ricerca continua di voler plasmare assieme diversi tipi di materia grezza: il black in massima parte, ma anche il thrash metal, che è sempre stato presente nel DNA della band (e lo è ancora, come sulla canzone “Tombarricade”). Si potrebbe benissimo ascoltare l’album al contrario, partendo dalla conclusiva “Eye Behind The Wall” con la sua intro fatta da synth per poi evolvere in diverse forme, da un riff black metal vagamente melodico, ad un passaggio thrash metal molto trascinante. Ci sono diversi brani di buon livello che troverete in “Goatmetal”, ma l’unica canzone che non convince fino in fondo è proprio l’opener, in quanto è un brano che non decolla, specialmente nella sua prima parte, che dura eccessivamente, mentre nella seconda metà si punta tutto sulla brutalità black/death metal. Buona e potente è stavolta la produzione, che dona alla band una dimensione del tutto nuova; evidentemente gli Infernal Goat vogliono dimostrare che sanno anche loro picchiare duro. “Neverending Deployment” è un buon esempio di death/black semplice e diretto, mentre un brano come “Antichrists And Gasmasks” potrebbe idealmente avvicinarsi ad alcuni sprazzi dei finlandesi Impaled Nazarene: blasfemia e violenza senza altri fronzoli. Piccole sfumature di uno stile che non è e non vuole essere originale, ma che testimoniano la ricerca nel voler fare qualcosa di personale.

TRACKLIST

  1. Atomic War Bombarders
  2. Tombarricade
  3. Strength Of Mobile Wars
  4. The Fire, The Crackling Wood
  5. The Goat Armour
  6. Antichrists And Gasmasks
  7. Neverending Deployment
  8. Eye Behind The Wall
0 commenti
I commenti esprimono il punto di vista e le opinioni del proprio autore e non quelle dei membri dello staff di Metalitalia.com e dei moderatori eccetto i commenti inseriti dagli stessi. L'utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, diffamatori, di odio, minatori, sessuali o che possano in altro modo violare qualunque legge applicabile. Inserendo messaggi di questo tipo l'utente verrà immediatamente e permanentemente escluso. L'utente concorda che i moderatori di Metalitalia.com hanno il diritto di rimuovere, modificare, o chiudere argomenti qualora si ritenga necessario. La Redazione di Metalitalia.com invita ad un uso costruttivo dei commenti.