INFESTUS – Chroniken des Ablebens

Pubblicato il 06/04/2009 da
voto
7.5
  • Band: INFESTUS
  • Durata: 00:43:35
  • Disponibile dal: 29/08/2008
  • Etichetta:
  • Debemur Morti
  • Distributore: Masterpiece

Spotify:

Apple Music:

I Necromorbus Studio, per le band undeground black metal, stanno piano piano diventando una sorta di Abyss Studio degli anni 2000: quasi tutte le release, con una produzione molto buona, che escono in questo periodo sono state registrate in questo studio di registrazione. Specialmente etichette come la Debemur Morti e la Moribund Records stanno utilizzando molto spesso questi studi per le proprie release, una scelta che per la maggior parte dei casi si rivela azzeccata perché le produzioni non solo sono buone, ma non omogeneizzano il sound di tutti i gruppi come invece avveniva nei ben più celebri Abyss Studio. Insomma, si va ai Necromorbus per avere una buona registrazione black metal, non per avere un sound tipicamente da ‘Necromorbus’. Tutto questo per dire che il duo bavarese degli Infestus, con questa seconda release, è riuscito anche grazie all’ottima produzione a presentare un lavoro davvero maturo e carico di atmosfera. “Chroniken Des Ablebens”, con il suo lento e costante incedere, crea una coltre di nebbia davvero misteriosa, si ricrea quel mistero che si poteva sentire ascoltando alcune release black metal di una ventina d’anni fa. C’è una permanente melodia strisciante in questa release, che non toglie la malvagità insita nelle note degli Infestus, rendendola altresì ancor più ricca ed intrigante. Non mancano le parti veloci sorrette sempre da un riffing interessante e misterico. C’è la magia di alcune parti melodiche dei vecchi Dissection e c’è l’arcano richiamo al black metal primordiale degli Immortal degli esordi: gli Infestus però hanno già la maturità per non dipendere stilisticamente da alcun gruppo in particolare, e questo loro secondo album è davvero maturo e coinvolgente. Ancora una bella sorpresa targata Germania, paese in cui la scena black metal ha fatto negli ultimi anni passi da gigante, sorpassando purtroppo in quantità e qualità l’underground nostrano. Caldamente consigliati per gli amanti del puro verbo nero.

TRACKLIST

  1. Sterbend
  2. Entering Eternal Oblivion
  3. Manifesto Invidiae
  4. Des Untergangs Untertan
  5. Entfesselt - Der Todestrieb
  6. Willinglessly Anticipating Death
  7. Ready To Leave
0 commenti
I commenti esprimono il punto di vista e le opinioni del proprio autore e non quelle dei membri dello staff di Metalitalia.com e dei moderatori eccetto i commenti inseriti dagli stessi. L'utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, diffamatori, di odio, minatori, sessuali o che possano in altro modo violare qualunque legge applicabile. Inserendo messaggi di questo tipo l'utente verrà immediatamente e permanentemente escluso. L'utente concorda che i moderatori di Metalitalia.com hanno il diritto di rimuovere, modificare, o chiudere argomenti qualora si ritenga necessario. La Redazione di Metalitalia.com invita ad un uso costruttivo dei commenti.