INIRA – Gray Painted Garden

Pubblicato il 26/12/2018 da
voto
7.5
  • Band: INIRA
  • Durata: 00:50:05
  • Disponibile dal: 05/10/2018
  • Etichetta: Metal Scrap Records
  • Distributore:

Direttamente dal Friuli, già terra natale della super-lega composta da Raintime, Slowmotion Apocalypse e Fake Idols, arrivano ora gli Inira, per la verità giunti con questo “Gray Painted Garden” al secondo vagito discografico, ad otto anni di distanza dall’esordio “Revolution Has Begun”. Dal 2010 ad oggi – oltre alla formazione che vede come unici sopravissuti il cantante Efis Canu e il bassista Marco Bernardon, affiancati dall’ex-Raintime Daniele Bressa alla chitarra e da Gabriele Boz alla batteria – è cambiato anche il tipo di sonorità, là dove lo swedish death degli inizi ha lasciato ora il posto ad un reboot che unisce cupe atmosfere post-core degli Architects con ritmiche intricate simil-djent / prog-death (pur senza sfiorare i livelli di contorsionismo pentagrammato dei vari Periphery, Gojira e Monuments), su cui si stagliano linee vocali in tutto e per tutto assimilabili agli ultimi In Flames (o In Friden, che dir si voglia). Il mix, interessante sulla carta, esplode in tutta la sua potenza in pezzi come “This Is War”, “Sorrow Makes for Sincerity”, “The Falling Man” e nella devastante “Oculus Ex Inferi”, capaci di rileggere in chiave moderna le sonorità melo-death senza per questo snaturarle o scadere nella faciloneria tanto in voga di questi tempi. Aggiungiamoci una produzione di livello ad opera di Henrik Udd (cresciuto con Fredrik Nordström e già al mixer per gli ultimi At The Gates), ed ecco completato il quadro di un dischetto da non perdere per gli amanti delle sonorità moderne ma con stile: in attesa di sentire il nuovo capitolo di Friden e soci, una piacevole sorpresa dal piccolo grande Friuli.

TRACKLIST

  1. Gray Painted Garden
  2. Discarded
  3. This Is War
  4. Sorrow Makes for Sincerity
  5. Venezia
  6. Zero
  7. The Falling Man
  8. The Path
  9. Universal Sentence of Death
  10. Oculus Ex Inferi
  11. Home
0 commenti
I commenti esprimono il punto di vista e le opinioni del proprio autore e non quelle dei membri dello staff di Metalitalia.com e dei moderatori eccetto i commenti inseriti dagli stessi. L'utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, diffamatori, di odio, minatori, sessuali o che possano in altro modo violare qualunque legge applicabile. Inserendo messaggi di questo tipo l'utente verrà immediatamente e permanentemente escluso. L'utente concorda che i moderatori di Metalitalia.com hanno il diritto di rimuovere, modificare, o chiudere argomenti qualora si ritenga necessario. La Redazione di Metalitalia.com invita ad un uso costruttivo dei commenti.