IRON SAVIOR – Titancraft

Pubblicato il 24/07/2016 da
voto
8.0
  • Band: IRON SAVIOR
  • Durata: 00:54:32
  • Disponibile dal: 27/05/2016
  • Etichetta: AFM Records
  • Distributore: Audioglobe

I tedeschi Iron Savior possono essere visti come un grande evergreen, dove si sa esattamente cosa aspettarsi, ma senza venire mai delusi! “Titancraft” è il disco numero nove della carriera della formazione capitanata da Piet Sielck, un surrogato di power metal in pieno stile teutonico che al sound squisitamente anni Novanta affianca una produzione strepitosa ed al passo con le ultime uscite discografiche. L’epica intro “Under Siege” lascia subito spazio alla tonante title track, brano veloce dove batteria ad elicottero, riff serrati e melodie maestose compongono una ricetta che vincente è dir poco. Il ritornello corale è un vero inno al metallo, perfetto per essere cantato durante i concerti dal vivo. L’ascolto prosegue con “Way Of The Blade”, altra bordata rocciosa dove le vocals fanno da padrone. Sembra quasi di sentire i primissimi Blind Guardian, ma con il tiro degli Helloween di Kai Hansen. Sielck, che con Hansen suonava ai tempi dell’embrione degli Helloween, ha poco o nulla da invidiare al suo amico di lunga data, grazie ad una capacità di songwriting fuori dal comune ed un gusto per le melodie davvero molto raffinato. Con “Seize The Day” gli Iron Savior confezionano una delle power song più catchy e corali dell’intero disco. “Gunsmoke” invece rallenta la velocità di marcia – questo midtempo punta su impatto e potenza – mentre dopo c’è spazio anche per una ballad, “I Surrender”, scritta in modo efficace e convincente e in cui spicca la voce di Sielck. “Titancraft” viene chiuso da “Rebellious”, pieno zeppo di cavalcate metalliche che incalzano l’ascolto. Tirando le somme il nono disco degli Iron Savior suona che è un piacere, ogni brano possiede potenza e piglio melodico, ma in particolare non segnaliamo nessun riempitivo, tutto suona alla perfezione. Piet Sielck ha svolto un lavoro grandioso anche al banco di registrazione perché l’album possiede suoni di grande impatto e pulizia. La corazzata spaziale Iron Savior ancora una volta ha compiuto la propria missione senza deludere. Se il power metal riesce ancora a mantenersi a galla dopo tanti anni lo si deve a band come gli Iron Savior, che ad ogni nuova release riescono sempre a stupire.

TRACKLIST

  1. Under Siege (Intro)
  2. Titancraft
  3. Way Of The Blade
  4. Seize The Day
  5. Gunsmoke
  6. Beyond The Horizon
  7. The Sun Won’t Rise In Hell
  8. Strike Down The Tyranny
  9. Brother In Arms
  10. I Surrender
  11. Rebellious
0 commenti
I commenti esprimono il punto di vista e le opinioni del proprio autore e non quelle dei membri dello staff di Metalitalia.com e dei moderatori eccetto i commenti inseriti dagli stessi. L'utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, diffamatori, di odio, minatori, sessuali o che possano in altro modo violare qualunque legge applicabile. Inserendo messaggi di questo tipo l'utente verrà immediatamente e permanentemente escluso. L'utente concorda che i moderatori di Metalitalia.com hanno il diritto di rimuovere, modificare, o chiudere argomenti qualora si ritenga necessario. La Redazione di Metalitalia.com invita ad un uso costruttivo dei commenti.