IVORY TOWER – Stronger

Pubblicato il 28/08/2019 da
voto
7.0
  • Band: IVORY TOWER
  • Durata: 01:16:19
  • Disponibile dal: 23/08/2019
  • Etichetta:
  • Massacre Records
  • Distributore: Audioglobe

Spotify:

Apple Music:

Gli Ivory Tower appartengono ad una schiera di band tedesche (potremmo citare, ad esempio, tra le altre, Vanden Plas, Poverty’s No Crime e Superior), che si sono trovate ad esordire all’incirca nella metà degli anni ’90, quando era davvero particolarmente forte l’influenza dei Dream Theater, sulla scia di capolavori come “Images And Words” e “Awake”. In realtà, gli Ivory Tower, pur essendosi formati prima, esordirono solo nel 1998, quando la suddetta ondata era ormai già un po’ in fase calante: da lì, nel corso degli anni, tra alterne vicende, la band ha cercato di dire la sua, talvolta con pause lunghissime, tanto che questo nuovo “Stronger” è appena il loro quinto full-length. La nuova line-up è costituita dal chitarrista storico e fondatore Sven Böge, ma vede anche il ritorno del primo batterista Thorsten Thrunke, oltre la conferma del bassista Björn Bombach. L’album in questione rappresenta invece un debutto per il tastierista Frank Fasold e per il cantante Dirk Meyer, pur essendo quest’ultimo in forza alla band ormai dal 2013. Peraltro, dobbiamo riconoscere come la sua prova ci abbia impressionati positivamente, perchè ha dimostrato nei vari brani una notevole versatilità, alternando un cantato con voce potente, talvolta roca, che potrebbe ricordare Hansi Kursch o Chris Boltendahl, con altre situazioni dove è più accattivante ed espressiva, ma comunque pure in grado di toccare vette altissime con acuti quasi inaspettati.
Lo stile della band, pur mantenendo qualche venatura prog, tendenzialmente si avvicina maggiormente al classico power tedesco o comunque ad un metal melodico, con qualche autentica puntata nell’heavy classico, come ad esempio nel caso del brano “Money”. Per chi si aspettava un disco più decisamente prog metal, rappresenta quasi una beffa la traccia conclusiva “One Day”, che riporta una durata superiore ai dodici minuti e che potrebbe far pensare ad una lunga suite, ma che in realtà dura molto meno, perchè in larga parte vi sono minuti di silenzio, per poi riprendere semplicemente con delle voci negli ultimissimi secondi. Come dicevamo però gli Ivory Tower non hanno dimenticato le loro origini e lo dimostra ad esempio un brano alquanto particolare come “Strong”, con un inizio quasi ‘rappato’ e continui cambi di tempo e tematici. Davvero molto belle le tracce iniziali, in particolare proprio le prime due, “The Offer” e “Loser”, potenti ma dotate di refrain molto accattivanti. Non c’è invece una vera e propria ballad, salvo la strumentale acustica “Flight Of The Dragon”, – nonostante il titolo possa far pensare ad un tipico pezzo power – mentre c’è un classico midtempo che va in crescendo, intitolato “The Wolves You’ve Let In”; tendenzialmente più melodica è anche “In Me”, una canzone meno dura e carica di pathos.
In generale, riteniamo che la band avrebbe potuto provare ad osare un po’ di più, mentre sembra aver voluto puntare su schemi abbastanza collaudati, realizzando comunque brani davvero molto buoni, accanto a qualche altro forse un po’ più scontato. “Stronger” è dunque senz’altro un disco di tutto rispetto, per quanto si abbia la sensazione che la band avesse le potenzialità per realizzare un capolavoro o quasi, ma tutto sommato possiamo dire che, senza voler essere troppo pretenziosi, è riuscita comunque ad esprimere buone cose e merita la giusta attenzione.

TRACKLIST

  1. The Offer
  2. Loser
  3. End Transmission
  4. Money
  5. In Me
  6. Slave
  7. Strong
  8. Flight Of The Dragon
  9. Life Will Fade
  10. Passing
  11. The Wolves You've Let In
  12. One Day
0 commenti
I commenti esprimono il punto di vista e le opinioni del proprio autore e non quelle dei membri dello staff di Metalitalia.com e dei moderatori eccetto i commenti inseriti dagli stessi. L'utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, diffamatori, di odio, minatori, sessuali o che possano in altro modo violare qualunque legge applicabile. Inserendo messaggi di questo tipo l'utente verrà immediatamente e permanentemente escluso. L'utente concorda che i moderatori di Metalitalia.com hanno il diritto di rimuovere, modificare, o chiudere argomenti qualora si ritenga necessario. La Redazione di Metalitalia.com invita ad un uso costruttivo dei commenti.