JAPANISCHE KAMPFHÖRSPIELE – Back to Ze Roots

Pubblicato il 17/03/2018 da
voto
7.0

No, questo non è il nuovo album dei Japanische Kampfhörspiele. No, questa non è la solita raccolta immessa sul mercato per il semplice gusto di inflazionarlo. Fedeli alla tradizione che li vuole incapaci di produrre qualcosa di banale o scontato, con “Back to Ze Roots” i grindfreak teutonici decidono di dare una svecchiata a certe loro vecchie ‘hit’ nella maniera migliore possibile: ri-registrarle avvalendosi dell’odierna line-up e contando su una produzione finalmente degna di questo nome, al fine di dare nuovo lustro a del materiale non meno avvincente di quello contenuto in full-length come “Hardcore Aus Der Ersten Welt” e “Rauchen Und Yoga”. I quindici brani della tracklist provengono tutti dalla pletora di demo rilasciati dal quartetto di Krefeld tra la fine degli anni ’90 e l’inizio dei 2000, e nelle loro strutture genuinamente ridotte all’osso offrono uno scorcio su buona parte delle caratteristiche poi esplorate e messe a punto nelle opere successive, in un guazzabuglio di spunti eterogenei innestati su una solida base grind. Thrash, hardcore punk, death, persino una spruzzata di elettronica e di black… come dei Leng Tch’e o dei Pig Destroyer più dinamici e poco inclini alla prevedibilità, i Japanische Kampfhörspiele erano già allora una delle band più folli dello scenario underground europeo, abilissimi nel destreggiarsi tra break schizofrenici, cambi di tempo ingegnosi e parentesi mosh da demolizione totale, con episodi del calibro di “Dresscode” (dal finale quasi death-core), “Im Engelsfleisch” e “1 Tonne Mensch” a fungere da perfetta sintesi delle loro influenze. Musica estrema a trecentosessanta gradi, quindi, rivolta a tutti coloro che non amano prescindere da una spiccata orecchiabilità e che se ne fregano di paletti e restrizioni stilistiche, qui sviscerata a partire dalle sue semisconosciute origini. Quel che si dice un’ottima operazione di recupero.

TRACKLIST

  1. Dresscode
  2. Im Feld
  3. Kieferorthopädie
  4. Der Fleischdämon
  5. Wir gehen in den Knast
  6. Ich habe mich entschieden
  7. Gekochtes für Tiere
  8. Musik
  9. Sich für Technik interessierende große Jungs
  10. Unpünktlichkeiten
  11. Im Engelsfleisch
  12. Geräte hassen mich
  13. 1 Tonne Mensch
  14. Lass den der ist nett
  15. Auf der Sonnenseite des Globus
0 commenti
I commenti esprimono il punto di vista e le opinioni del proprio autore e non quelle dei membri dello staff di Metalitalia.com e dei moderatori eccetto i commenti inseriti dagli stessi. L'utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, diffamatori, di odio, minatori, sessuali o che possano in altro modo violare qualunque legge applicabile. Inserendo messaggi di questo tipo l'utente verrà immediatamente e permanentemente escluso. L'utente concorda che i moderatori di Metalitalia.com hanno il diritto di rimuovere, modificare, o chiudere argomenti qualora si ritenga necessario. La Redazione di Metalitalia.com invita ad un uso costruttivo dei commenti.