JOHN WETTON – Rock Of Faith

Pubblicato il 05/04/2003 da
voto
7.5
  • Band: JOHN WETTON
  • Durata: 00:46:09
  • Disponibile dal: 10/03/2003
  • Etichetta: Inside Out
  • Distributore: Audioglobe

Un musicista come John Wetton non credo abbia bisogno di presentazioni. Per chi non lo conoscesse, ricordo soltanto alcune tappe della carriera di questo grande artista, che inizia nei primi anni Sessanta con il gruppo The Palmer-James Group, per passare poi agli U.K., fino a giungere ad act ben più famosi quali, solo per citarne alcuni, Uriah Heep, King Crimson ed Asia. Parallelamente John Wetton ha intrapreso anche una carriera solista, che ci consegna oggi questo “Rock Of Faith”. Ora, è bene precisarlo subito, questo album non è sicuramente destinato ad un pubblico abituato ad ascoltare metal o musica pesante più in generale: è però un disco di gran classe, caratterizzato da eleganti arrangiamenti, in cui confluiscono numerosi elementi molto distinti tra loro. Più ampiamente, poi, “Rock Of Faith” è attraversato da un mood malinconico a tratti goticheggiante, che potrebbe renderlo appetibile anche a chi non è abituato a sonorità di questo tipo ma che abbia una mentalità sufficientemente aperta per apprezzarle. A tale scopo ascoltate ad esempio l’opener strumentale “Mondrago”, che ci introduce nelle cupe atmosfere delineate dal suono delle campane su cui si erge un avvolgente assolo di chitarra… ma bastano pochi secondi per cambiare completamente sonorità con la successiva “Rock Of Faith”, costruita su ritmi tribali e sorretta solo da percussioni e tastiere, per la quale si potrebbe quasi rispolverare il termine ‘world-music’, tanto caro a Peter Gabriel. Si ritorna poi su atmosfere più cupe e tipicamente inglesi grazie ai violini che aprono “A New Day”, una canzone in pieno stile AoR, in cui la chitarra torna ad occupare il posto principale per poi passare alla splendida ballata “I’ve Come To Take Your Home”, apice di questo album, in cui la splendida e coinvolgente voce di John Wetton, accompagnata dalle sole tastiere, riesce a creare un vero e proprio gioiello dalle atmosfere tristi e malinconiche. Degna di nota è anche la più energica “Nothing Gonna Stand In Our Way”, che ci riporta in territori più Hard Rock/AoR grazie al suo refrain diretto e molto melodico. Insomma, di carne al fuoco ce n’è veramente molta, così come molte sono le canzoni di questo disco che vi ritroverete ad apprezzare: ovviamente non siamo di fronte ad una proposta di immediata acquisizione, ma piuttosto ad un lavoro molto complesso che richiede del tempo per essere metabolizzato, soprattutto per chi non è avvezzo a queste sonorità. Consigliatissimo a tutti gli amanti del AoR e dell’Art Rock; per gli altri: prendetelo come un viaggio in un posto in cui non siete mai stati – superato il primo impatto, potrebbe riservarvi delle bellissime sorprese.

TRACKLIST

  1. Mondrago
  2. Rock of faith
  3. A new day
  4. I've Come To Take You Home
  5. Who Will Light A Candle ?
  6. Nothing Gonna Stand In Our Way
  7. Altro Mondo
  8. I Believe In You
  9. Take Me To The Waterline
  10. I Lay Down
  11. When You Were Young
0 commenti
I commenti esprimono il punto di vista e le opinioni del proprio autore e non quelle dei membri dello staff di Metalitalia.com e dei moderatori eccetto i commenti inseriti dagli stessi. L'utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, diffamatori, di odio, minatori, sessuali o che possano in altro modo violare qualunque legge applicabile. Inserendo messaggi di questo tipo l'utente verrà immediatamente e permanentemente escluso. L'utente concorda che i moderatori di Metalitalia.com hanno il diritto di rimuovere, modificare, o chiudere argomenti qualora si ritenga necessario. La Redazione di Metalitalia.com invita ad un uso costruttivo dei commenti.