KATAKLYSM – Unconquered

Pubblicato il 25/09/2020 da
voto
7.0
  • Band: KATAKLYSM
  • Durata: 00:38:00
  • Disponibile dal: 25/09/2020
  • Etichetta: Nuclear Blast
  • Distributore: Warner Bros

Spotify:

Apple Music:

Giungono al quattordicesimo sigillo in quasi trent’anni di onorata carriera i Kataklysm, alfieri di un death metal tendenzialmente molto muscolare, che tra alti e bassi ha sempre mantenuto integra una propria orgogliosa attitudine verace. La band canadese ha esplorato diverse sfaccettature all’interno della propria discografia, e va detto che anche con questa nuova prova i Kataklysm non sembrano ancora stanchi di sperimentare, e si rimettono in gioco con un death metal aggressivo ed estremo che tuttavia non rinuncia a una marcata vena melodica. Ne sono prova brani come “Icarus Falling”, con degli inserti di piano che rendono il brano quasi una ballad, la conclusiva “When It’s Over”, lenta e groovy, con una carta che ricorda la track conclusiva del precedente lavoro, “Meditations”, a confermare una linea filologica nel nuovo corso dei Kataklysm. Anche l’aggressività è ben presente, comunque, ed è anzi ben marcata: “Defiant”, “The Killshot”, sono proiettili death al limite del metalcore (con qualche infatuazione djent, che non mancherà per tutto il lavoro) che schizzano fuori dalle nostre casse, e in generale non manca un discreto bilanciamento tra violenza, riffing indiavolato, con qualche momento più groovy e decisamente catchy (“Cut Me Down” ne sia un esempio). Resta il fatto che, sebbene il primo impatto con “Unconquered” sia decisamente buono, non tutte le composizioni sembrano allo stesso livello dopo ripetuti ascolti, soprattutto i pezzi meno elaborati strutturalmente, ma ci sono forse solo un paio di episodi vagamente anonimi (“Underneat The Scars”, pure scelta come singolo, o “The Way Back Home”, a nostro avviso, non reggono il confronto con gli altri titoli). La furia death degli esordi resta il biglietto da visita dei Kataklysm, ma forse i momenti migliori di questo nuovo lavoro sono proprio quelli in cui si rifiata un attimo e si inseriscono aperture melodiche, chitarre più ragionate e qualche passaggio che rimane impresso al primo ascolto (l’incedere con cui inizia “Focused To Destroy You”, per dire una cosa semplicissima ma azzeccata). Va detto che i Kataklysm suonano come un gruppo che ci crede ancora tantissimo e questo traspare, il che non è da poco dopo trent’anni che si suona. Non una pietra miliare nella carriera della band, ma un buon album di passaggio.

TRACKLIST

  1. The Killshot
  2. Cut Me Down
  3. Underneath the Scars
  4. Focused to Destroy You
  5. The Way Back Home
  6. Stitches
  7. Defiant
  8. Icarus Falling
  9. When It's Over
0 commenti
I commenti esprimono il punto di vista e le opinioni del proprio autore e non quelle dei membri dello staff di Metalitalia.com e dei moderatori eccetto i commenti inseriti dagli stessi. L'utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, diffamatori, di odio, minatori, sessuali o che possano in altro modo violare qualunque legge applicabile. Inserendo messaggi di questo tipo l'utente verrà immediatamente e permanentemente escluso. L'utente concorda che i moderatori di Metalitalia.com hanno il diritto di rimuovere, modificare, o chiudere argomenti qualora si ritenga necessario. La Redazione di Metalitalia.com invita ad un uso costruttivo dei commenti.