KAYLETH – Colossus

Pubblicato il 30/01/2018 da
voto
6.5
  • Band: KAYLETH
  • Durata: 55:50
  • Disponibile dal: 12/01/2018
  • Etichetta: Argonauta Records
  • Distributore: Goodfellas

Non sembra assolutamente mancare, almeno in Italia, del buon materiale stoner. Tra i migliori profili non si può certo escludere il quintetto di Verona Kayleth. Di matrice kyussiana e spaziante verso i territori più vicini a certi Nebula, i veneti sanno bene cosa vuol dire avere dalla propria un suono grasso e potente. “Forgive” ne è un esempio calzante: un brano solido, roccioso e massiccio, quasi Soundgarden, per merito di alcune tonalità di Gastaldo alla voce, e alcune spaziature ulteriori date dai synth di Montanari. Rispetto a “Space Muffin” gli arrangiamenti si fanno più ricercati e proprio grazie all’innesto delle tastiere si moltiplicano i layers di suono che orientano il tutto verso qualcosa di più space rock (“The Spectator”), pur mantenendo sempre il medesimo comparto sonoro à la Orange Goblin. I toni si fanno più veloci e insidiosi con “So Distant”, quasi Mondo Generator, e si dilatano ancora nei fuzz di “The Angry Man”, mantenendo solidità e omogeneità fresca e mai fiacca. Uno dei brani migliori dell’intero lavoro è forse “Solitude”, che non amplifica nulla di già costruito in precedenza, ma che è dotata dei migliori innesti caratteristici della band: sfasature di synth, break tipici del blues distorto del deserto e un impianto vocale abbastanza accattivante. “Colossus” è dunque un album che non pretende nulla di più di quello che dà: suoni potenti e tanto stoner rock. Sicuramente tanto derivativo e poco originale, il nuovo lavoro dei Kayleth è però sicuramente un album consigliato ai famelici consumatori del caro e buon vecchio stoner rock, onesto e genuino. Senza grandi pretese e ben suonato.

TRACKLIST

  1. Lost in the swamp
  2. Forgive
  3. Ignorant Song
  4. Colossus
  5. So Distant
  6. Mankind's Glory
  7. The Spectator
  8. Solitude
  9. Pitchy Mantra
  10. The Angry Man
  11. The Escape
  12. Oracle
0 commenti
I commenti esprimono il punto di vista e le opinioni del proprio autore e non quelle dei membri dello staff di Metalitalia.com e dei moderatori eccetto i commenti inseriti dagli stessi. L'utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, diffamatori, di odio, minatori, sessuali o che possano in altro modo violare qualunque legge applicabile. Inserendo messaggi di questo tipo l'utente verrà immediatamente e permanentemente escluso. L'utente concorda che i moderatori di Metalitalia.com hanno il diritto di rimuovere, modificare, o chiudere argomenti qualora si ritenga necessario. La Redazione di Metalitalia.com invita ad un uso costruttivo dei commenti.