KHOLD – Hundre År Gammal

Pubblicato il 02/12/2008 da
voto
7.0
  • Band: KHOLD
  • Durata: 00:36:24
  • Disponibile dal: 09/06/2008
  • Etichetta:
  • Tuba Records
  • Distributore: Audioglobe

Spotify:

Apple Music:

Decisissimi, dopo anni di continui piccoli perfezionamenti, a non cambiare di una virgola il sound e lo stile che li hanno resi famosi, i norvegesi Khold per il nuovo “Hundre År Gammal” hanno pensato bene di giocare un po’ d’astuzia: la durata complessiva dell’album non è eccessiva, meno di quaranta minuti, ed i brani hanno una durata piuttosto breve aggirandosi sui tre minuti scarsi in media. Questa scelta fa sì che l’ascolto scorra via leggero ed i brani siano incisivi quanto basta senza dilungarsi inutilmente. Poi i Khold ovviamente ci mettono la loro classe e bastano pochi secondi per essere travolti dal loro groove black metal dalle tinte rockeggianti ma dal sapore industrial. “Hundre År Gammal” si attesa più o meno sugli stessi livelli del suo predecessore di tre anni fa, quel “Krek” che non era affatto da buttare, ma che aveva iniziato a mostrare qualche crepa nel sound della band, un inizio di immobilismo sonoro non di buon auspicio per il futuro. Dopo tre anni i Khold non si sognano nemmeno di dare una virata stilistica alla propria musica, la rendono semplicemente più snella e affabile con la sicurezza di essere, a ragione, una band capace di sopperire alla mancanza di inventiva grazie al caratterisitico sound. Il dogma del mid tempo è forse l’unica grande pecca di questo CD, che non ne vuole sapere di fare un break deciso per poi ricominciare o con un ritmo lentissimo e pesante oppure con un’accelerazione convinta. Poco male, chi ama i Khold non avrà difficoltà ad innamorarsi anche del quinto studio album del combo norvegese, ma è bene non dormire sugli allori perché il filone lanciato dagli stessi Khold in passato ora annovera gruppi di ottimo calibro tra i quali vanno necessariamente segnalati i romani Grimness, che oltre al collaudato groove dei Khold ci mettono anche un po’ di dinamismo in più rispetto ai capostipiti norvegesi guidati da Gard. Ennesima conferma, ma questo già lo sapevamo, al limite ci si poteva aspettare qualcosa di più.

TRACKLIST

  1. Der Kulden Rår
  2. Kor
  3. Hundre År Gammal
  4. Troløs
  5. Forrykt
  6. Rekviem
  7. Villfaren
  8. Sann Ditt Svik
  9. Mester Og Trell
  10. Straff
  11. Bønn
0 commenti
I commenti esprimono il punto di vista e le opinioni del proprio autore e non quelle dei membri dello staff di Metalitalia.com e dei moderatori eccetto i commenti inseriti dagli stessi. L'utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, diffamatori, di odio, minatori, sessuali o che possano in altro modo violare qualunque legge applicabile. Inserendo messaggi di questo tipo l'utente verrà immediatamente e permanentemente escluso. L'utente concorda che i moderatori di Metalitalia.com hanno il diritto di rimuovere, modificare, o chiudere argomenti qualora si ritenga necessario. La Redazione di Metalitalia.com invita ad un uso costruttivo dei commenti.