KLIMT 1918 – Undressed Momento

Pubblicato il 18/06/2003 da
voto
8.5
  • Band: KLIMT 1918
  • Durata: 00:50:00
  • Disponibile dal: 18/06/2003
  • Etichetta: My Kingdom Music
  • Distributore: Masterpiece

Lo sapevamo. Lo sapevamo che i capitolini Klimt 1918 dopo quel bellissimo promo uscito circa due anni fa (“Secession Makes Post Modern Music”) ci avrebbero regalato un debut album di una qualità ancora superiore. Ed eccolo qui, “Undressed Momento”, un disco che consegna alla scena italiana un’altra sensazionale formazione che è già pronta a fare il grande salto, ad entrare nei cuori di tutti coloro che si nutrono di sonorità malinconiche grazie a un songwriting di un livello tale da lasciare a bocca aperta, sinonimo solo delle grandi band, di quelle band che hanno le idee chiare e che hanno effettivamente qualche cosa da dire. Qui non c’è nulla di scontato, di scopiazzato… c’è solo grande, immensa personalità, cosa che non appartiene certo a chiunque. Vi citiamo un paio di band: Anathema, The Cure. Non perché i nostri si rifacciano evidentemente a loro, ma bensì per farvi almeno inquadrare a grandi linee il genere in cui i Klimt 1918 si muovono. Chitarre ora liquide ora heavy ed incisive, un drumming fantasioso, melodie sognanti, dolciastre, a volte anche positive e una voce profonda, splendida, toccante. Sono questi gli ingredienti di questo lavoro, un disco che fa viaggiare con la mente verso luoghi lontani, un disco che fa stare bene chi lo ascolta, lasciando la voglia di riascoltarlo da capo, tutto d’un fiato. Da “Pale Song” a “Stalingrad Theme”, passando per i capolavori “Parade Of Adolescence” e “If Only You Could See Me Now” è un turbinio di sensazioni ed emozioni fortissime, cose che purtroppo di questi tempi è raro trovare. I Klimt 1918 stupiscono, sono avanti anni luce rispetto alle schiere senza fine di inutili mestieranti che al momento infestano questo genere e meritano tutto il vostro supporto, saranno in grado di farvi sognare, gioire, commuovere… in quanti oggi sono in grado di fare lo stesso? Ascoltiamo queste note e la memoria va dritta al destabilizzante “Arte Novecento”, uno dei picchi della discografia dei loro concittadini e mentori Novembre. I Klimt 1918 con “Undressed Momento” (album che tra l’altro beneficia di una produzione esemplare) rielaborano, snelliscono e svecchiano quella formula, presentandosi con un lotto di canzoni che ha le qualità per mettere d’accordo tutti gli amanti di queste sonorità, sia che amiate le vecchie glorie dark wave che, appunto, i vari idoli della scena dark metal (Katatonia, Novembre e, appunto, Anathema). Sarà ora il caso di piantarla una volta per tutte con l’esterofilia, perchè ignorare i Klimt 1918 proprio ora sarebbe un delitto.

TRACKLIST

  1. _
  2. Pale Song
  3. Parade Of Adolescence
  4. We Don't Need No Music
  5. Undressed Momento
  6. That Girl
  7. Naif Watercolour
  8. If Only You Could See Me Now
  9. Stalingrad Theme
0 commenti
I commenti esprimono il punto di vista e le opinioni del proprio autore e non quelle dei membri dello staff di Metalitalia.com e dei moderatori eccetto i commenti inseriti dagli stessi. L'utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, diffamatori, di odio, minatori, sessuali o che possano in altro modo violare qualunque legge applicabile. Inserendo messaggi di questo tipo l'utente verrà immediatamente e permanentemente escluso. L'utente concorda che i moderatori di Metalitalia.com hanno il diritto di rimuovere, modificare, o chiudere argomenti qualora si ritenga necessario. La Redazione di Metalitalia.com invita ad un uso costruttivo dei commenti.