KORPIKLAANI – Kulkija

Pubblicato il 10/10/2018 da
voto
7.0
  • Band: KORPIKLAANI
  • Durata: 01:11:20
  • Disponibile dal: 07/09/2018
  • Etichetta: Nuclear Blast
  • Distributore: Warner Bros

I Korpiklaani arrivano al traguardo del decimo lavoro in studio forti di una consapevolezza e di una maturazione stilistica figlie di una lunga carriera. In questo nuovo “Kulkija” i finlandesi, senza stravolgere il loro sound caratteristico, ci offrono una prova dai connotati più intimi, cupi e seriosi in un certo senso. I motti beverecci e scanzonati vengono accantonati per buona parte di questa release lasciando spazio a composizioni più ragionate ed avvincenti. I temi trattati si sviluppano attraverso il racconto di avventure a sfondo mitologico che ruotano attorno alla figura del viaggiatore errante, quello che è su quasi tutte le copertine della band, che qui ci viene proposto con una visuale in prima persona proprio per far comprendere all’ascoltatore che il “Kulkija” (traducibile come ‘vagabondo’), in fondo, non è che se stesso. Per le prime due tracce di questo lavoro sentiamo ancora brani musicalmente legati al classico sound festaiolo dai toni serrati ma da “Aallon Alla”, e man mano nelle seguenti tracce, vediamo prendere corpo sonorità sì folk ma dal retrogusto amaro sia nelle musiche che nei testi. Perché se analizzati in maniera non superficiale possiamo scovare delle allegorie nelle storie scelte dalla band che si prestano a dei parallelismi col nostro vissuto quotidiano, guarda caso, strettamente legato al nostro vagabondare su questa terra. Tornando a questioni più musicali possiamo dire che nel disco notiamo un lavoro certosino in fase di mixing appropriato per ogni brano ma che nella totalità dell’opera rende onore principalmente al lavoro svolto da violino e fisarmonica. Ed in questo contesto merita una menzione la toccante ballata “Harmaja” e con lei citiamo altri tre brani che rendono al meglio l’idea dell’eterogeneità proposta in questa fatica dai Korpiklaani: Partendo dal fondo “Tuttu On Tie” che non offre nulla di sorprendente nell’arrangiamento ma in compenso racchiude la chiave di lettura per l’intero concept (tradotto il titolo significa “Un legame noto” intendendo proprio quello tra il viaggiatore e la strada), la strumentale “Pellervoinen” in cui riconosciamo le radici del suono folk made in Finland e concludendo con la lunga ed ispirata “Kallon Malja” a testimonianza della maturità compositiva, e non, proposta in “Kulkija”. Al solito tutti i brani sono in finlandese e se riuscirete a scavalcare anche questa volta lo scoglio dell’idioma ed addentrandovi nei testi troverete una gemma di valore offerta dal combo folk. Certamente uno dei loro lavori più ispirati.

TRACKLIST

  1. Neito
  2. Korpikuusen Kyynel
  3. Aallon Alla
  4. Harmaja
  5. Kotikonnut
  6. Korppikalliota
  7. Kallon Malja
  8. Sillanrakentaja
  9. Henkselipoika
  10. Pellervoinen
  11. Riemu
  12. Kuin Korpi Nukkuva
  13. Juomamaa
  14. Tuttu On Tie
0 commenti
I commenti esprimono il punto di vista e le opinioni del proprio autore e non quelle dei membri dello staff di Metalitalia.com e dei moderatori eccetto i commenti inseriti dagli stessi. L'utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, diffamatori, di odio, minatori, sessuali o che possano in altro modo violare qualunque legge applicabile. Inserendo messaggi di questo tipo l'utente verrà immediatamente e permanentemente escluso. L'utente concorda che i moderatori di Metalitalia.com hanno il diritto di rimuovere, modificare, o chiudere argomenti qualora si ritenga necessario. La Redazione di Metalitalia.com invita ad un uso costruttivo dei commenti.