KREATOR – Pleasure To Kill

Pubblicato il 01/11/1986 da
voto
9.0
  • Band: KREATOR
  • Durata: 00:37:42
  • Disponibile dal: 01/11/1986
  • Etichetta: Noise records
  • Distributore:

Spotify:

Apple Music:

Il gruppo che dal 1982 al 1984 ha portato il nome di Tormentor ne ha fatta di strada! Dopo il sorprendente debutto “Endless Pain” e l’energico Ep “Flag Of Hate”, i Kreator consacrano il loro nome nella storia del metal estremo con un disco indimenticabile: “Pleasure To Kill”. Su questo LP i Kreator in formazione sono sempre in tre: Mille Petrozza, Rob e Ventor, anche se nei credits viene riportato pure Michael Wulf (R.I.P., 1993) che in realtà non registrò l’album e rimase nella formazione solo per un brevissimo periodo. Nonostante il cantato di Mille sia già riconoscibilissimo, la band punta forte anche sul drummer Ventor, che qui canta su ben tre brani. I pezzi più rappresentativi e migliori di “Pleasure To Kill” sono cantati da Mille, ma è interessante notare come di fatto i Kreator possano contare a tutti gli effetti su due cantanti. Questo LP fa parte della storia e già il brevissimo intro ha lasciato un segno indelebile, ma la gloria di “Pleasure To Kill” si deve a brani come la titletrack (uno dei cavalli di battaglia del gruppo in sede live), “Riot Of Violence, “Under The Guillotine” o la devastante opener “Ripping Corpse”. Alla più che discreta tecnica i Kreator al loro thrash sanno abbinare una grande personalità nel songwriting e un’ottima carica energica negativa e distruttrice. Il sound rispetto al debutto è migliorato, la produzione infatti è più matura ed è complessivamente migliorata. Per tantissimi fan del gruppo questo LP rappresenta l’apice compositivo raggiunto da Mille e soci, forse però “Pleasure To Kill” non è il miglior album dei Kreator in assoluto (ma comunque poco ci manca), di certo è l’album più amato dai thrasher della ‘vecchia guardia’. Questo LP è il frutto di un gruppo in incredibile ascesa, ha un sound che suona maledettamente ‘fresco’ e personale, racchiude un’energia di rara intensità ed è collegato inevitabilmente all’atmosfera di quegli anni. Per chi oggi sta cercando di ricostruire la storia del thrash metal per capire quali siano stati i grandi capolavori di questo genere musicali, “Pleasure To Kill” rappresenta una tappa obbligata.

TRACKLIST

  1. Choir Of The Damned
  2. Ripping Corpse
  3. Death Is Your Saviour
  4. Pleasure To Kill
  5. Riot Of Violence
  6. The Pestilence
  7. Carrion
  8. Command Of The Blade
  9. Under The Guillotine
0 commenti
I commenti esprimono il punto di vista e le opinioni del proprio autore e non quelle dei membri dello staff di Metalitalia.com e dei moderatori eccetto i commenti inseriti dagli stessi. L'utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, diffamatori, di odio, minatori, sessuali o che possano in altro modo violare qualunque legge applicabile. Inserendo messaggi di questo tipo l'utente verrà immediatamente e permanentemente escluso. L'utente concorda che i moderatori di Metalitalia.com hanno il diritto di rimuovere, modificare, o chiudere argomenti qualora si ritenga necessario. La Redazione di Metalitalia.com invita ad un uso costruttivo dei commenti.