KRYPTOS – The Coils Of Apollyon

Pubblicato il 01/01/2013 da
voto
7.0
  • Band: KRYPTOS
  • Durata: 00:47:29
  • Disponibile dal: 24/09/2012
  • Etichetta: AFM Records
  • Distributore: Audioglobe

A quattro anni di distanza da “The Ark Of Gemini”, gli indiani Kryptos si ripresentano con la loro nuova creatura discografica. La band proveniente da Bangalore si mostra più matura e preparata, tanto che il nuovo “The Coils Of Apollyon” si pone un gradino più in alto rispetto ai precedenti lavori. Il soud dei Kryptos è un riuscito mix tra thrash ed heavy metal: all’interno dei brani si possono chiaramente sentire influenze di band come Kreator, primi Children Of Bodom ed Iron Maiden. “The Mask Of Anubis” e la successiva title track pestano sull’acceleratore a suon di riff, le chitarre di Rohit Chaturvedi e Nolan Lewis costruiscono un’imponente impalcatura su cui le linee vocali si possono sbizzarrire a piacimento. Con “The Serpent Mage” l’ascolto cala di intensità, ma ci pensa “Nexus Legion” a riportare i nostri in carreggiata. Menzione d’onore per il brano “Spellcraft”, una vera perla di thrash metal di scuola teutonica, un surrogato di potenza e cattiveria allo stato puro. I Kryptos questa volta hanno svolto davvero un ottimo lavoro, non a caso la AFM non ci ha pensato due volte a metterli sotto contratto. Manca ancora qualcosa prima che gli indiani possano fare il salto di qualità, serve una manciata di hit dirompenti e di qualità superiore, ma la band sta percorrendo la giusta strada. Fa piacere che anche da paesi spesso “dimenticati come l’India, possano crescere formazioni di tutto rispetto ed in grado di produrre un disco competitivo a livello europeo. “The Coils Of Apollyon” non brilla certo per originalità, ma è l’ideale per chi vuole ascoltare del sano heavy metal senza tante storie.

TRACKLIST

  1. The Mask of Anubis
  2. The Coils of Apollyon
  3. Serpent Mage
  4. Nexus Legion
  5. Eternal Crimson Spires
  6. Spellcraft
  7. Starfall
  8. Visions of Dis
  9. The Isle of Voices
0 commenti
I commenti esprimono il punto di vista e le opinioni del proprio autore e non quelle dei membri dello staff di Metalitalia.com e dei moderatori eccetto i commenti inseriti dagli stessi. L'utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, diffamatori, di odio, minatori, sessuali o che possano in altro modo violare qualunque legge applicabile. Inserendo messaggi di questo tipo l'utente verrà immediatamente e permanentemente escluso. L'utente concorda che i moderatori di Metalitalia.com hanno il diritto di rimuovere, modificare, o chiudere argomenti qualora si ritenga necessario. La Redazione di Metalitalia.com invita ad un uso costruttivo dei commenti.