LACRIMOSA – Fassade

Pubblicato il 11/09/2001 da
voto
7
  • Band: LACRIMOSA
  • Durata:
  • Disponibile dal: //2001
  • Distributore: Audioglobe
Streaming non ancora disponibile

Dopo una carriera decennale che li ha portati alle vette del gothic metal teutonico, i Lacrimosa ritornano con “Fassade”, un album ambizioso che (seguendo l’andamento stilistico evidenziato nella loro ultima produzione) propone una commistione tra gothic, metal e musica classica. Certo, la percentuale di questi tre generi varia nel corso dell’album, ma basta ascoltare l’opener “Fassade” per farsi un’idea delle sonorità: atmosfere magniloquenti in cui chitarre elettriche duettano con archi e cori maestosi fanno da contrappunto alla voce ora sussurrante, ora rauca e straziata del frontman Tilo Wolff, autore di tutti gli arrangiamenti. Dalla musica classica i Lacrimosa ereditano temi (ci sono passaggi ricorrenti e variazioni sul tema nell’arco di tutto il disco) e tempi (si va ben oltre i nove minuti, e tutti gli altri brani rientrano pienamente nella fascia medio-lunga) per cui questo disco è un acquisto sconsigliabile per ascoltatori poco pazienti e per i fanatici delle canzonette da due minuti. Le impareggiabili atmosfere classicheggianti di questa prima canzone vengono messe in secondo piano nella seguente “Der Morgen Danach”, a mio parere un pezzo tra i meno riusciti dell’album in quanto i Lacrimosa si cimentano in una ballad forzata dal vago sapore “Oktoberfest” che farà rabbrividire chiunque tranne gli appassionati del genere. Per fortuna “Sences” con le sue melodie ovattate affidate alla suadente voce di Anne Nurmi, solleva di nuovo gli animi degli ascoltatori con sonorità reminescenti dei primi Theatre of Tragedy ed un assolo di chitarra che soddisferà i metallers più tradizionalisti. E’ in pezzi del genere,lontani dalle banalità così frequenti in un genere inflazionato come il gothic metal, che l’abilità compositiva dei Lacrimosa si fa sentire più forte; è anche un brano che si presenta molto bene come probabile singolo, visto che è l’unico in lingua inglese. “Warum so tief?” si presenta come il proseguimento ideale, con Tilo al posto di Anne nelle vocals e originali inserti di fiati al posto delle chitarre, mentre la successiva “Fassade” (stranamente, il titolo è sempre quello) è un piccolo gioiellino di lirica dall’andamento posato. “Liebesspiel” rappresenta un’energica sterzata verso il metal, ma alla solida base ritmica e ai decisi riff di chirra si contrappongono armonie giocose di fiati che risaltano ancora più nella loro estraneità grazie alle vocals rauche di Tilo, dando vita ad un insieme decisamente originale ed orecchiabile. Così anche la malinconica “Stumme Worte”, con i suoi delicati duetti tra archi e pianoforte, si contrappone alla finale…er…”Fassade” (ancora? Ma un altro titolo non riuscivano a trovarlo?) dove le sonorità gothic metal che contraddistinguono i Lacrimosa si fanno sentire in tutta la loro potenza emotiva, arricchite ed amplificate dall’accompagnamento orchestrale.
Con “Fassade” i Lacrimosa sono riusciti a trovare un armonioso equilibrio stilistico che li tiene lontani dalla mediocrità: l’intero album si colloca nella fascia medio-alta e, per quanto necessiti di alcuni ascolti per essere apprezzato nella sua complessità, soddisfa l’ascoltatore senza assillarlo. Bisogna apprezzare la musica classica e bisogna saper chiudere un occhio su alcune cadute di tono contraffatte da sperimentazioni stilistiche, ma in definitiva rappresenta un ottimo acquisto sia per i fan di vecchia data del duo tedesco che per gli amanti del genere.

TRACKLIST

  1. Fassade - Satz
  2. Der Morgen danach
  3. Senses
  4. Warum so tief?
  5. Fassade - Satz
  6. Liebesspiel
  7. Stumme Worte
  8. Fassade - Satz
0 commenti
I commenti esprimono il punto di vista e le opinioni del proprio autore e non quelle dei membri dello staff di Metalitalia.com e dei moderatori eccetto i commenti inseriti dagli stessi. L'utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, diffamatori, di odio, minatori, sessuali o che possano in altro modo violare qualunque legge applicabile. Inserendo messaggi di questo tipo l'utente verrà immediatamente e permanentemente escluso. L'utente concorda che i moderatori di Metalitalia.com hanno il diritto di rimuovere, modificare, o chiudere argomenti qualora si ritenga necessario. La Redazione di Metalitalia.com invita ad un uso costruttivo dei commenti.