LAKE OF TEARS – Black Brick Road

Pubblicato il 07/09/2004 da
voto
6.5
  • Band: LAKE OF TEARS
  • Durata: 00:39:00
  • Disponibile dal: /09/2004
  • Etichetta: Noise records
  • Distributore: Edel

Presentato da una copertina stranamente cupa, ecco finalmente “Black Brick Road”, il nuovo album dei Lake Of Tears che inaugura il contratto con la Noise (dopo anni passati su Black Mark). Lavoro strano questo “Black Brick Road”: produzione ed esecuzioni ottime, un lotto di buoni pezzi ma davvero troppa eterogeneità… quasi come se la band, durante la fase di songwriting, fosse stata indecisa su quale strada intraprendere. Echi delle sonorità di “A Crimson Cosmos” e di “Forever Autumn” si sentono in diversi episodi, così come soluzioni più moderne e catchy, altre gothicheggianti… e non manca nemmeno quel tocco seventies a cui i nostri ci hanno abituati negli ultimi anni. C’è tanta carne al fuoco, forse troppa visto che spesso si viene spiazzati dai continui cambi di registro! Ad esempio, se non fosse per l’inconfondibile voce roca di Daniel Brennare si scambierebbero “Dystopia” e “Sister Sinister” per pezzi dei Tiamat era “Skeleton Skeletron”. E immaginate di sentire tamarrate del genere poco dopo o poco prima di toccanti ballate semi acustiche quali la title track o “The Organ”… vi chiedereste se quello presente nel lettore è lo stesso cd che avevate inserito pochi minuti prima! Pur rimanendo a volte disorientato, chi scrive ha apprezzato comunque non poco i pezzi della tracklist, questo perché bisogna riconoscere che, nonostante siano diversissimi tra loro, sono tutti validi e curati, ma un’eterogeneità talmente esagerata è solo sintomo di una maturità non ancora ben acquisita. Bisogna essere molto open minded per apprezzare un lavoro come “Black Brick Road”, come si diceva a tratti non pare neanche di ascoltare un album dei Lake Of Tears e proprio per questo non ci sembra giusto elargire loro qualcosa di più di un’ampia sufficienza. Alla prossima, magari con le idee un poco più chiare.

TRACKLIST

  1. The greymen
  2. Making evenings
  3. Black brick road
  4. Dystopia
  5. The organ
  6. A trip with the moon
  7. Sister sinister
  8. Rainy day away
  9. Crazyman
0 commenti
I commenti esprimono il punto di vista e le opinioni del proprio autore e non quelle dei membri dello staff di Metalitalia.com e dei moderatori eccetto i commenti inseriti dagli stessi. L'utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, diffamatori, di odio, minatori, sessuali o che possano in altro modo violare qualunque legge applicabile. Inserendo messaggi di questo tipo l'utente verrà immediatamente e permanentemente escluso. L'utente concorda che i moderatori di Metalitalia.com hanno il diritto di rimuovere, modificare, o chiudere argomenti qualora si ritenga necessario. La Redazione di Metalitalia.com invita ad un uso costruttivo dei commenti.