LAKE OF TEARS – Greatest Tears Vol. I

Pubblicato il 05/07/2004 da
voto
6.0
  • Band: LAKE OF TEARS
  • Durata: 00:49:24
  • Disponibile dal: /07/2004
  • Etichetta: Black Mark
  • Distributore: Audioglobe

Tra le poche band svedesi a suonare gothic metal (anche se negli ultimi lavori questo aveva lasciato il posto ad un dark rock dai forti accenti psichedelici), i Lake Of Tears vengono ‘omaggiati’ dalla loro vecchia label Black Mark Records con un doppio greatest hits, dal titolo di “Greatest Tears”. Onestamente l’operazione puzza un po’ di manovra commerciale visto che il gruppo pubblicherà a settembre un nuovo album su Noise Records, in ogni caso il volume uno si apre con “Burn Fire Burn”, uno dei brani più ritmati del repertorio della band, tratto dal secondo album “Headstones”. Dal medesimo album, che presentava un gothic metal robusto condito da aperture tastieristiche molto raffinate, provengono anche la successiva “Dreamdemons”, “Twilight” e “Sweetwater”. Dal primo album, “Greater Art” (ben più grezzo e pesante), sono invece estratte “Under The Crescent” e “As Daylight Yields” mentre le splendide “The Four Strings Of Mourning” e “Boogie Bubble” rappresentano “A Crimson Cosmos”, il terzo, nonché il più bel disco della carriera dei nostri, tra gothic metal e influenze seventies, con memorabili tocchi di hammond. La strumentale “Otherweres” e “The Homecoming” appartengono invece al successivo, notevole, “Forever Autumn”. Dark rock psichedelico di gran classe con vocals limpide e assai meno grezze rispetto al passato. Dallo scadente e confusionario “The Neonai” è infine estratta la ballad “Sorcerers”, una delle canzoni più apprezzabili del disco, cantata da una bella voce femminile. Tirando le somme, questa prima parte di “Greatest Tears” riassume bene la carriera dei Lake Of Tears, presentando più o meno i pezzi migliori di ogni loro album. Magari qualche traccia in più da “A Crimson Cosmos” non avrebbe guastato ma, nel complesso, si può dire che la tracklist sia ben bilanciata. Attendiamo ora il secondo volume, che presumibilmente conterrà inediti, brani live e rarità.

TRACKLIST

  1. Burn Fire Burn
  2. Dreamdemons
  3. The Four Strings Of Mourning
  4. Under The Crescent
  5. Boogie Bubble
  6. Twilight
  7. As Daylight Yields
  8. Sweetwater
  9. Otherweres
  10. The Homecoming
  11. Sorcerers
0 commenti
I commenti esprimono il punto di vista e le opinioni del proprio autore e non quelle dei membri dello staff di Metalitalia.com e dei moderatori eccetto i commenti inseriti dagli stessi. L'utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, diffamatori, di odio, minatori, sessuali o che possano in altro modo violare qualunque legge applicabile. Inserendo messaggi di questo tipo l'utente verrà immediatamente e permanentemente escluso. L'utente concorda che i moderatori di Metalitalia.com hanno il diritto di rimuovere, modificare, o chiudere argomenti qualora si ritenga necessario. La Redazione di Metalitalia.com invita ad un uso costruttivo dei commenti.