LAST FRONTIER – Theta Healing (Through The Poison)

Pubblicato il 18/11/2015 da
voto
7.5
  • Band: LAST FRONTIER
  • Durata: 00:51:20
  • Disponibile dal: 02/10/2015
  • Etichetta:
  • Revalve Records
  • Distributore: Masterpiece

Spotify:

Apple Music:

I Last Frontier sono attivi da una decina d’anni e dopo tre promo CD e un album, presentano il loro secondo full length, intitolato “Theta Healing (Through The Poison)”. Si tratta, dunque, com’è facile intuire, di una band che gravita nell’underground ma che, come tanti altri gruppi italiani, specialmente del sud, ha in realtà maturato nel corso degli anni un’esperienza invidiabile, che nasce da tantissima gavetta e che porta avanti la propria musica unicamente per passione. In più, i Last Frontier mostrano di aver fatto tesoro di qualche incertezza o acerbità del passato, realizzando un disco di spessore, apprezzabile per la qualità del songwriting e per il livello di maturità stilistica raggiunto. A tal riguardo, potremmo descrivere “Theta Healing” come un disco che unisce un heavy dalle sonorità ottantiane con evidenti venature prog, accogliendo, peraltro, anche a livello prettamente vocale, pure qualche influenza di Genesis, Rush o Marillion, giusto per citare qualche esempio. I Last Frontier, peraltro, si rivelano abili anche nell’ottenere un equilibrio ottimale sotto diversi aspetti: innanzitutto, infatti, hanno realizzato un disco tecnico e con brani articolati, che però, tutto sommato, riesce ad essere anche molto diretto e apprezzabile sin dai primissimi ascolti; inoltre, va riconosciuto alla band il merito di aver saputo convogliare le proprie influenze in un sound personale, in grado di far assaporare appunto un certo flavour (soprattutto) ottantiano, ma che al tempo stesso riesce ad essere fresco e contemporaneo. Tra i brani che più ci hanno convinti, potremmo menzionare tracce come “Dragonsfly’s Teller”, Beyond This Scene” e “Dying Storm” (un po’ meno invece la strumentale “Disharmonic Chaos”), ma in generale possiamo dire che “Theta Healing” è sicuramente un disco interessante, che non merita di passare inosservato.

TRACKLIST

  1. Principio Morsus
  2. Arachnophobia
  3. Dragonfly's Trail
  4. Beyond This Scene
  5. Perdition
  6. Lost In Confusion
  7. Visionary Maze
  8. Dying Storm
  9. Disharmonic Chaos
  10. The Root Of His Anger
0 commenti
I commenti esprimono il punto di vista e le opinioni del proprio autore e non quelle dei membri dello staff di Metalitalia.com e dei moderatori eccetto i commenti inseriti dagli stessi. L'utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, diffamatori, di odio, minatori, sessuali o che possano in altro modo violare qualunque legge applicabile. Inserendo messaggi di questo tipo l'utente verrà immediatamente e permanentemente escluso. L'utente concorda che i moderatori di Metalitalia.com hanno il diritto di rimuovere, modificare, o chiudere argomenti qualora si ritenga necessario. La Redazione di Metalitalia.com invita ad un uso costruttivo dei commenti.