LAZARUS DREAM – Alive

Pubblicato il 15/11/2020 da
voto
6.0
  • Band: LAZARUS DREAM
  • Durata: 01:13:06
  • Disponibile dal: 13/11/2020
  • Etichetta:
  • Pride & Joy Music
  • Distributore: Audioglobe

Spotify:

Apple Music:

New entry in campo melodic hard rock con i Lazarus Dream, progetto che vede coinvolti Markus Pfeffer, polistrumentista tedesco che può vantare dei trascorsi con Scarlett (storica AOR band tedesca degli anni Novanta) e Winterland, ed il singer Carsten Lizard Schulz, di Evidence One, nonchè ex Domain. Il duo tedesco si dimostra coeso e pronto a tuffarsi in una nuova avventura grazie a questo “Alive”, esordio che presenta una tracklist fin troppo prolissa, composta da tredici brani per una durata di quasi settantacinque minuti. La partenza powereggiante di “Dawn Of Time” lascia presto spazio alle sonorità più rock di “House Of Cards” e “Wings Of An Eagle”, quest’ultima in grado di mantenere il livello di pathos piuttosto alto grazie alla voce potente di Carsten; è infatti evidente come il frontman teutonico si trovi maggiormente a proprio agio quando deve navigare su sonorità tipicamente rock. La band alterna momenti più classici – chiari i riferimenti ai Deep Purple in episodi come “Visions And Sins” e “The Healing Echoes” – a composizioni più epiche come “Fleshburn”, dove le tastiere prendono le luci della ribalta e con l’aiuto del flauto creano atmosfere arabeggianti, continuando su binari vicini al power metal che potrebbero ricordare – seppur lontanamente – i Kamelot di “The Fourth Legacy”. E se i ritmi si fanno più spinti con la quadrata e potente “Steam” (avvicinandosi proprio al sound dei Domain dei tempi d’oro), la delicata ballata dalle tinte funky “Listen” ed il midtempo finale “Days Of Darkness And Rain” sono senza dubbio tra i momenti migliori che si possono incontrare durante l’ascolto di questo full-length.
Diversi brani piacevoli, nessuno indimenticabile e, se mettiamo in conto che la lunga durata del platter potrebbe rendere piuttosto difficoltoso l’approccio con questo “Alive”, il risultato finale non può certo superare una piena sufficienza.

TRACKLIST

  1. Dawn Of Time
  2. House Of Cards
  3. Wings Of An Eagle
  4. Can’t Take My Soul Away
  5. Listen
  6. Fleshburn
  7. The Healing Echoes
  8. Desert Mind
  9. Visions and Sins
  10. Steam
  11. Don’t Blame Me
  12. Hotel Overload
  13. Days Of Darkness And Rain
0 commenti
I commenti esprimono il punto di vista e le opinioni del proprio autore e non quelle dei membri dello staff di Metalitalia.com e dei moderatori eccetto i commenti inseriti dagli stessi. L'utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, diffamatori, di odio, minatori, sessuali o che possano in altro modo violare qualunque legge applicabile. Inserendo messaggi di questo tipo l'utente verrà immediatamente e permanentemente escluso. L'utente concorda che i moderatori di Metalitalia.com hanno il diritto di rimuovere, modificare, o chiudere argomenti qualora si ritenga necessario. La Redazione di Metalitalia.com invita ad un uso costruttivo dei commenti.