LE CENERI – Demo

Pubblicato il 10/11/2018 da
voto
6.5
  • Band: LE CENERI
  • Durata: 00:19:35
  • Disponibile dal: 01/09/2018
  • Etichetta:
  • Distributore:

La band bellunese nasce dalle ceneri (è il caso di dirlo) degli Xfilia, già dediti a un moderno death metal di cui come Le Ceneri vengono ripresi i tratti generali, pur con qualche elemento di novità. Innanzitutto la scelta dell’italiano come lingua espressiva, che se per certi versi potrebbe far alzare qualche sopracciglio ci sentiamo invece di premiare, anche perché le intense linee vocali di Alvise Cappello funzionano bene; e ci pare non sia solo una provocazione dare visibilità a testi ricercati, che spaziano dall’omaggio a Shining alla descrizione di episodi storici, passando per la critica alla fede religiosa. Poi, colpisce nel segno la curiosa sintesi musicale, che su una base che più death metal non si può, e che vede non poche somiglianze con l’approccio ferale e senza fronzoli dei Cannibal Corpse, inserisce sfuriate quasi grind in taluni stacchi (particolarmente evidenti su “Novit Dominus Qui Sunt Eius”) e curiosi ma efficaci richiami al nu metal di qualità nei rimpalli tra basso e batteria, come in apertura dei primi due brani – ove anche l’attacco vocale è qualcosa del Max Cavalera di metà anni Novanta. Per il resto, è violenza espressa con grande cura, in cui non solo la sezione ritmica lavora egregiamente (e spiace rilevare dalle loro note biografiche che la posizione di batterista è già vacante), ma anche le due chitarre intrecciano bene riff ben oltre i limiti di velocità, passaggi squillanti in slide e anche una riuscita intro acustica sulla conclusiva “Smirne Brucia”.  Da tenere d’occhio, sia in attesa del primo ‘parto’ sulla lunga distanza, sia in sede live, dove immaginiamo che sappiano sciorinare una notevole furia.

TRACKLIST

  1. Apostasia
  2. Scared To Death
  3. Novità Dominus Qui Sunt Eius
  4. Smirne Brucia
0 commenti
I commenti esprimono il punto di vista e le opinioni del proprio autore e non quelle dei membri dello staff di Metalitalia.com e dei moderatori eccetto i commenti inseriti dagli stessi. L'utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, diffamatori, di odio, minatori, sessuali o che possano in altro modo violare qualunque legge applicabile. Inserendo messaggi di questo tipo l'utente verrà immediatamente e permanentemente escluso. L'utente concorda che i moderatori di Metalitalia.com hanno il diritto di rimuovere, modificare, o chiudere argomenti qualora si ritenga necessario. La Redazione di Metalitalia.com invita ad un uso costruttivo dei commenti.