LECHEROUS NOCTURNE – The Age Of Miracles Has Passed

Pubblicato il 24/12/2008 da
voto
5.5
  • Band: LECHEROUS NOCTURNE
  • Durata: 00:27:47
  • Disponibile dal: 21/10/2008
  • Etichetta: Unique Leader
  • Distributore: Masterpiece

Prendete due ottimi musicisti quali Chris Lollis (ha suonato anche con i Nile) e Mike Poggione (Monstrosity e Capharnaum tra gli altri). Ora provate a pensare a questi due ragazzi che mettono insieme sonorità care ai loro gruppi d’origine, agli Immolation e, in maniera minore ai Belphegor. Così facendo avrete un’idea abbastanza precisa del suono dei Lecherous Nocturne. A completare la formazione troviamo Jason Hohenstein alla voce, Kreishloff alla chitarra e Jeremy Nissenbaum dietro le pelli. Se tutto questo sulla carta sembra eccitante, sfortunatamente all’atto pratico si traduce in un platter piuttosto noioso ed inconsistente. “The Age Of Miracles Has Passed” infatti è un lavoro formalmente perfetto e tecnicamente inattaccabile, ma manca decisamente di anima. Peccato, perché il death brutale dei nostri avrebbe avuto tutte le carte in regola per spaccare, invece il songwriting lascia perplessi in diverse situazioni: quando i Lecherous Nocturne, ad esempio, rallentano il tiro sembra proprio di ascoltare i Nile, mentre invece nei momenti più veloci il riffing è palesemente (troppo palesemente) di scuola Immolation. Insomma, di loro la band ci mette davvero poco. Se fosse uscito in annate differenti probabilmente il lavoro sarebbe stato valutato in maniera più “buonista”, ma il 2008 è stato a tutti gli effetti l’anno del death e, data la qualità media incredibilmente alta delle uscite, “The Age Of Miracles Has Passed” rischia di passare assolutamente inosservato. Comunque sia non tutto è da buttare: alcuni brani sono discreti, come ad esempio la doppietta “When Single Shines The Tripled Sun” e “Edict Of Worms”, che dimostrano che i nostri tecnicamente hanno pochi rivali, soprattutto quando nel loro songwriting fanno capolino i Monstrosity. In effetti presi singolarmente, i musicisti non sbagliano una nota, fatta eccezione per un singer troppo monocorde e dal growling piuttosto debole. Peccato per la Unique Leader, che negli ultimi tempi aveva inanellato un filotto di uscite estremamente valide, interrotto proprio dai Lecherous Noturne. Poco male comunque, la label sicuramente si rifarà in fretta e speriamo che anche la band originaria del South Carolina riesca a trovare la quadratura del cerchio attraverso soluzioni maggiormente originali e ricercate.

TRACKLIST

  1. Just War Theory
  2. We Are As Dust
  3. When Single Shines The Tripled Sun
  4. Edict Of Worms
  5. The Age Of Miracles Has Passed
  6. Requiem For The Insects
  7. Death Hurts Only The Living
  8. The Preponderance Of Fire
0 commenti
I commenti esprimono il punto di vista e le opinioni del proprio autore e non quelle dei membri dello staff di Metalitalia.com e dei moderatori eccetto i commenti inseriti dagli stessi. L'utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, diffamatori, di odio, minatori, sessuali o che possano in altro modo violare qualunque legge applicabile. Inserendo messaggi di questo tipo l'utente verrà immediatamente e permanentemente escluso. L'utente concorda che i moderatori di Metalitalia.com hanno il diritto di rimuovere, modificare, o chiudere argomenti qualora si ritenga necessario. La Redazione di Metalitalia.com invita ad un uso costruttivo dei commenti.