LECTERN – Fratricidal Concelebration

Pubblicato il 03/04/2015 da
voto
7.0
  • Band: LECTERN
  • Durata: 00:31:00
  • Disponibile dal: 08/01/2015
  • Etichetta: Sliptrick Records
  • Distributore:

A fronte delle decine di gruppi plasmati sulle fattezze di Incantation e Dismember che ormai subissano il mercato è lecito chiedersi: che fine hanno fatto i seguaci della gloriosa scena floridiana di primi anni ’90? Possibile che in circolazione non vi sia (quasi) più traccia di musicisti folgorati dalle gesta di Monstrosity, Malevolent Creation e Deicide? Un gap preoccupante, colmato parzialmente dall’uscita di “Fratricidal Concelebration” dei capitolini Lectern, formazione attiva dal lontanissimo 1999 ma che soltanto oggi – grazie al sostegno della piccola Sliptrick Records – riesce a raggiungere il traguardo del debut album. Un’opera di sano e robusto death metal a stelle e strisce, tecnica alla vecchia maniera (priva quindi di inutili onanismi strumentali) e venata da sferraglianti reminescenze slayeriane, prodotta ottimamente da Giuseppe Orlando nei suoi The Other Sound Studios (Stigmhate, The Foreshadowing, Tsubo). Nove tracce di durata medio-breve che ripercorrono in lungo e in largo le soluzioni di pietre miliari quali “Retribution” o “Legion”, frutto di una band piuttosto ispirata e chiaramente cresciuta con certe sonorità, il cui solo obiettivo sembra essere quello di omaggiarle nella maniera più accurata e scrupolosa possibile. Detto che la varietà ritmica non è esattamente il punto forte dei Nostri – con la pressoché totale mancanza di tempi medi per tutti e trenta i minuti del platter – “Fratricidal…” scorre comunque che è un piacere nel lettore, scandito dal growling intelligibile di Fabio Bava (figlio del Glen Benton dei tempi d’oro) e dai riff affilati della coppia d’asce, potendo contare su almeno due-tre “hit” da carneficina sotto al palco. La titletrack, “Falsifier Bribed In Desanctification” e “Deign Of Ceremonier” oscurano tranquillamente il contenuto di un “In The Minds Of Evil”, mentre i restanti brani – senza stupire con chissà quali effetti speciali – centrano agilmente il bersaglio in virtù di un songwriting sempre curato e ficcante, che a conti fatti sancisce la definitiva promozione di questi quattro satanassi. Il classico esordio che lascia ben sperare per il futuro.

TRACKLIST

  1. Fratricidal Concelebration
  2. Labial Of Inveigher
  3. Genuflect For Baptismal Transubstantiation
  4. Falsifier Bribed In Desanctification
  5. Pulpit Of Tormentation
  6. Lordless
  7. Deign Of Ceremonier
  8. Golgothanean
  9. Libidinal Tabernacles
0 commenti
I commenti esprimono il punto di vista e le opinioni del proprio autore e non quelle dei membri dello staff di Metalitalia.com e dei moderatori eccetto i commenti inseriti dagli stessi. L'utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, diffamatori, di odio, minatori, sessuali o che possano in altro modo violare qualunque legge applicabile. Inserendo messaggi di questo tipo l'utente verrà immediatamente e permanentemente escluso. L'utente concorda che i moderatori di Metalitalia.com hanno il diritto di rimuovere, modificare, o chiudere argomenti qualora si ritenga necessario. La Redazione di Metalitalia.com invita ad un uso costruttivo dei commenti.