LES DISCRETS – Ariettes Oubliées…

Pubblicato il 14/02/2012 da
voto
7.5
  • Band: LES DISCRETS
  • Durata: 00:00:00
  • Disponibile dal: 13/02/2012
  • Etichetta: Prophecy Productions
  • Distributore: Audioglobe

Streaming:

Fursy Teyssier prosegue la sua carriera musicale licenziando una seconda prova dei post rockers Les Discrets. “Ariettes Oubliées…” è un’opera che sembra caratterizzarsi in maniera piuttosto diversa rispetto all’acclamato debutto “Septembre Et Ses Dernières Pensées”: il talentuoso cast a cui si affida il songwriter francese è lo stesso che collaborava nel primo album, tuttavia in questa occasione il Nostro pare volersi un po’ scrollare di dosso quella malinconia a base di folk bucolico che impregnava l’esordio, dando invece mostra di maggior euforia e vigore. Bastano infatti le prime tracce del lavoro per notare come la proposta dei Les Discrets abbia guadagnato in dinamismo ed energia: la sezione ritmica risulta immediatamente più decisa, così come appare aumentato l’apporto delle chitarre elettriche, che ora spesso e volentieri si assestano su registri pericolosamente vicini a quelli degli amici/colleghi Alcest. D’altra parte, crediamo sia difficile rimanere del tutto immuni all’influenza di un gruppo oggi molto fortunato come quello capitanato da Neige, con il quale Teyssier è da tempo amico e collaboratore. Su “Septembre…” il Nostro era riuscito a mantenere salda una propria personalità apparentemente senza grossi sforzi, ma su questo nuovo disco, complice in primis il vago inasprimento di certi suoni, i rimandi si fanno un po’ più insistenti e il paragone pressochè inevitabile. Spiragli di black metal si proiettano in uptempo come quello che si respira nel finale nella lunga “La Traversée”, che a tratti ricorda il materiale di un “Écailles De Lune”; l’ispirazione, però, non latita di certo e la classe dei Les Discrets riesce comunque a splendere sia qui sia nelle fluide strofe di “Le Mouvement Perpétuel”, canzone sublime che precede le epiche scosse post rock dell’altrettanto valida “Ariettes Oubliées I: Je Devine à Travers Un Murmure…”. A fare da contrasto a questi episodi dai riflessi cangianti, Teyssier offre momenti più riflessivi ed intimisti alla maniera del debut, i quali si esprimono nella raffinatezza di ballate dai risvolti chiaroscuri o nella soffice malinconia di cui è pregna una “Après L’Ombre”. Le controllate trame strumentali di “Les Regrets” concludono un album che – anche se a tratti perde un pochino di vista la personalità e l’integrità artistica degli esordi – conferma il talento di un artista che ci ha nuovamente saputo rendere piacevolmente partecipi della sua grande sensibilità.

TRACKLIST

  1. Linceul D'Hiver
  2. La Traversée
  3. Le Mouvement Perpétuel
  4. Ariettes Oubliées I: Je Devine à Travers Un Murmure...
  5. La Nuit Muette
  6. Au Creux De L'Hiver
  7. Après l'Ombre
  8. Les Regrets
0 commenti
I commenti esprimono il punto di vista e le opinioni del proprio autore e non quelle dei membri dello staff di Metalitalia.com e dei moderatori eccetto i commenti inseriti dagli stessi. L'utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, diffamatori, di odio, minatori, sessuali o che possano in altro modo violare qualunque legge applicabile. Inserendo messaggi di questo tipo l'utente verrà immediatamente e permanentemente escluso. L'utente concorda che i moderatori di Metalitalia.com hanno il diritto di rimuovere, modificare, o chiudere argomenti qualora si ritenga necessario. La Redazione di Metalitalia.com invita ad un uso costruttivo dei commenti.