LJOSAZABOJSTWA – Głoryja Śmierci

Pubblicato il 29/06/2020 da
voto
7.0
  • Band: LJOSAZABOJSTWA
  • Durata: 00:45:26
  • Disponibile dal: 08/06/2020
  • Etichetta: Godz ov War
  • Distributore:

Spotify non ancora disponibile

Apple Music non ancora disponibile

Pur rimanendo avvolta dal mistero, la band bielorussa dei Ljosazabojstwa aveva saputo porsi all’attenzione già qualche tempo fa grazie al buon materiale rilasciato in una demo e due EP, arrivando quindi al disco di debutto carica delle migliori aspettative. In effetti, le sensazioni ombrose rilasciate dal materiale precedente vengono oggi rievocate e proposte sulla lunga durata con un piglio vincente dallo sconosciuto terzetto, proponendo in “Głoryja śmierci” una versione appunto più articolata ed estesa dello strano stile interpretato dai Nostri. Prendendo come riferimento infatti una sorta di heavy metal appesantito da accordature ribassate e uno stile vocale distorto, le cinque canzoni dell’album riescono a cambiare rapidamente di umore e di velocità raggiungendo i toni lugubri e veloci del death metal, quelli infernali del black ed alcune interessanti incursioni dal carattere solenne e messianico che richiamano con insistenza anche una chiara radice doom metal nel DNA contorto dei Ljosazabojstwa. Quel che più piace, è il carattere estremamente genuino con cui vengono affrontate le varie atmosfere ed i numerosi susseguirsi di situazioni che animano lo svolgere dei brani, secondo un disegno generale tanto eterogeneo quanto coeso nella sua trasmissione di stati d’animo ben differenti tra di loro, eppure così coerenti nell’economia del brano preso nella sua interezza. Si percepisce vividamente la volontà di muoversi all’interno delle canzoni in maniera molto libera, fluida, senza le costrizioni del metronomo o di schemi compositivi troppo rigidi, in una visione d’insieme che ricorda per certi versi più la musica progressive o la musica classica, che non i canonici stilemi del metal estremo, secondo una formula che ricorda ad esempio quanto sentito recentemente nelle ultime prove degli slovacchi Malokarpatan. In questo modo, i cinque movimenti musicali del disco ci portano a spasso lungo un ripido sentiero che si articola attraverso le asperità rocciose dei riff, perigliosi passaggi acustici e suggestivi spaccati solisti che esaltano l’inventiva della band nella scelta di soluzioni poco convenzionali ed arrangiamenti coraggiosi. Un’indole così intransigente ed originale a livello strutturale però non si accompagna purtroppo ad un altrettanto riuscita in termini di creatività e carattere: è molto raro infatti incorrere in partiture davvero memorabili, capaci di elevare immediatamente il valore del brano in questione e renderlo automaticamente un pezzo da novanta facilmente riconoscibile. Più spesso, si ha a che fare con del materiale musicale pregevole, ma mai davvero ficcante o dalla trovata spiazzante, finendo per rendere “Głoryja śmierci” un album dal grande potenziale, ma ancora migliorabile a livello qualitativo.

TRACKLIST

  1. Pachawalnyja śpiewy
  2. Zorka Pałyn
  3. Imia mnie - Liehijon
  4. Źniščany Boh
  5. Idzi I Hliadzi
0 commenti
I commenti esprimono il punto di vista e le opinioni del proprio autore e non quelle dei membri dello staff di Metalitalia.com e dei moderatori eccetto i commenti inseriti dagli stessi. L'utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, diffamatori, di odio, minatori, sessuali o che possano in altro modo violare qualunque legge applicabile. Inserendo messaggi di questo tipo l'utente verrà immediatamente e permanentemente escluso. L'utente concorda che i moderatori di Metalitalia.com hanno il diritto di rimuovere, modificare, o chiudere argomenti qualora si ritenga necessario. La Redazione di Metalitalia.com invita ad un uso costruttivo dei commenti.