LOADSTAR – Calls from the Outer Space

Pubblicato il 22/10/2009 da
voto
7.0
  • Band: LOADSTAR
  • Durata: 00:54:58
  • Disponibile dal: 09/02/2009
  • Etichetta: Uk Division Records
  • Distributore:

Spesso ci si trova davanti a band che dopo qualche anno di gavetta e successivamente alla pubblicazione di qualche demo arrivano all’agognata pubblicazione dell’album di debutto. Sarebbe alquanto riduttivo parlare di gavetta con i Loadstar, band attiva fin dal 1985 e riformatasi nel 2005 dopo diciassette anni di inattività: ben quattro i demo, pubblicati a cavallo tra gli anni ottanta e uno più recente datato 2007 che ha sancito il ritorno sulle scene con una lineup per tre quinti ancora ancorata al passato. Sebbene la band si etichetti come speed-metal, ascoltando le dodici tracce che compongono questo “Calls from the Outer Space” non si può non notare che altri elementi come l’heavy più classico e il power facciano capolino in più di un’occasione nel mix sonoro creato dalla formazione. Fortunatamente non ci troviamo al cospetto del “solito” gruppo che ci propina la solita minestra riscaldata, ma le composizioni contenute in “Calls from the Outer Space” si dimostrano variegate, progressive e pregne di chiara passione e buon gusto. Il nuovo cantante Arnaldo “Al” Laghi ha dalla sua una timbrica senza dubbio carismatica e dotata di una buona varietà anche se non sempre l’interpretazione riesce a fare centro, forse anche a causa di qualche esperimento vocale un po’ azzardato e fuori contesto. Il duo Napoli/Guercia si dimostra senza alcun dubbio il dominatore della proposta elargendo riff taglienti e assoli mai fini a loro stessi e carichi di buon gusto. L’album non appartiene sicuramente alla categoria easy-listening, vuoi per la mancanza di ritornelli catchy, vuoi per la natura mutevole e progressiva delle tracce infarcite di cambi di tempo, arpeggi e accelerazioni che rendono i brani inizialmente poco digeribili ma senza dubbio longevi dopo essere stati assimilati. Apprezzabile come idea, ma non perfettamente riuscita, la cover di “Canzone appassiunata” dove il chiaroscuro rappresentato dal cantato in lingua nostrana ed inglese non riesce a fare breccia come dovrebbe. La produzione, classica ed equilibrata, è un altro aspetto a favore del combo nostrano che non mancherà di stupire tutti gli acquirenti con un digipack corredato da una grafica di assoluto rilievo. Come avrete ben intuito, “Calls from the Outer Space” è un album che sa dare soddisfazioni a tutti gli amanti delle sonorità più classiche e che finalmente riesce a porre le basi per il futuro dei Loadstar. Un ascolto è quanto meno obbligato.

TRACKLIST

  1. Shotgun Messiah
  2. Screen Addiction
  3. Midnite (The Time of the Witch)
  4. Voodoo Star
  5. Burning Seas
  6. Gothic
  7. Alien World
  8. Sand Tides
  9. Time Won't Forget
  10. Revenge
  11. Canzone Appassiunata
  12. Screen Addiction (acoustic version)
0 commenti
I commenti esprimono il punto di vista e le opinioni del proprio autore e non quelle dei membri dello staff di Metalitalia.com e dei moderatori eccetto i commenti inseriti dagli stessi. L'utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, diffamatori, di odio, minatori, sessuali o che possano in altro modo violare qualunque legge applicabile. Inserendo messaggi di questo tipo l'utente verrà immediatamente e permanentemente escluso. L'utente concorda che i moderatori di Metalitalia.com hanno il diritto di rimuovere, modificare, o chiudere argomenti qualora si ritenga necessario. La Redazione di Metalitalia.com invita ad un uso costruttivo dei commenti.