LORD OF THE LOST – Thornstar

Pubblicato il 10/08/2018 da
voto
5.5
  • Band: LORD OF THE LOST
  • Durata: 01:30:00
  • Disponibile dal: 03/08/2018
  • Etichetta: Napalm Records
  • Distributore: Audioglobe

La Germania, si sa, rappresenta il principale mercato europeo per la nostra musica preferita, nonché uno dei maggiori paesi esportatori di band dei più svariati generi, più o meno famose oltreconfine. Di questa seconda categoria fanno senza dubbio parte i Lord Of The Lost, formazione incentrata intorno alla figura di Chris Harms e con un discreto seguito in madre patria, avendo già rilasciato sei full-length (oltre ad una decina ta live album, DVD ed EP) dal 2010 ad oggi. Detto questo, difficilmente sarà “Thornstar” ad ampliare il loro seguito dalle nostre parti: al di là del concept interessante (incentrato sull’immaginaria popolazione pangeana, ispirata da quella Pangea da cui centinaia di milioni di anni fa si formarono i continenti attuali), a livello musicale la formazione di Amburgo ci propone un mappazzone classificabile nel calderone dark-industrial, ma senza possedere la genialità dei Rammstein, la tamarraggine degli Eisbrecher, il gusto melodico dei Crematory o l’epicità degli In Extremo, giusto per citare le band tedesche più famose accostabili in diversa misura al sound dei Nostri. Aggiungiamoci anche una durata mostruosa (considerando il dischetto bonus, sfioriamo l’ora e mezza) ed ecco spiegato lo scarso interesse per l’ultima fatica dei Lord Of The Lost, formalmente abili ma senza particolari acuti se non in qualche sporadico passaggio (l’ipnotica “Cut Me Out”, la suggestiva “The Mortarian”, la danzereccia “Forevermore”), in cui peraltro di metal si trova ben poco. Se proprio amate il Made in Germany dateci un ascolto per completezza, ma nel genere c’è decisamente di meglio in giro.

TRACKLIST

  1. On This Rock I Will Build My Church
  2. Loreley
  3. Black Halo
  4. In Our Hands
  5. Morgana
  6. Haythor
  7. Naxxar
  8. Cut Me Out
  9. The Mortician
  10. Under The Sun
  11. In Darkness, In Light
  12. Forevermore
  13. Ruins
0 commenti
I commenti esprimono il punto di vista e le opinioni del proprio autore e non quelle dei membri dello staff di Metalitalia.com e dei moderatori eccetto i commenti inseriti dagli stessi. L'utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, diffamatori, di odio, minatori, sessuali o che possano in altro modo violare qualunque legge applicabile. Inserendo messaggi di questo tipo l'utente verrà immediatamente e permanentemente escluso. L'utente concorda che i moderatori di Metalitalia.com hanno il diritto di rimuovere, modificare, o chiudere argomenti qualora si ritenga necessario. La Redazione di Metalitalia.com invita ad un uso costruttivo dei commenti.