LUCA TURILLI – Demonheart

Pubblicato il 18/10/2002 da
voto
7
  • Band: LUCA TURILLI
  • Durata:
  • Disponibile dal: //2002
  • Etichetta:
  • Distributore: Self

Luca Turilli non si ferma e, dopo essere stato uno dei protagonisti delle uscite discografiche in campo melodic/symphonic power l’inverno scorso con i suoi Rhapsody, si ripresenta a nemmeno un anno di distanza
dal disco sopracitato con questo “Demonheart”, apripista del suo nuovo solo album intitolato “Prophet Of The Last Eclipse”. Ancora una volta Luca non cambia la sua proposta musicale, che rimane ancorata (come c’era da immaginarsi) ad un power metal molto melodico ed farcito di tastiere pressoché identico a quello della sua band madre e, se aggiungiamo che la voce di Olaf Hayer è piuttosto simile a quella di Fabio Lione, ci domandiamo a cosa possa servire a Turilli questo suo progetto solista, visto che non avrebbe avuto problemi a proporre questi pezzi con i Rhapsody… ma, bando alle ciance, non sono qui per stabilire il perché della nascita di questo progetto, ma per fare sapere a tutti voi amanti del symphonic Holliwood power metal (come ama definirlo lui, e chi più ne ha più ne metta) se questo mini rappresenti un gustoso antipasto e se faccia ben sperare per l’uscita del nuovo disco, ormai prossima. Ebbene, ancora una volta il pollice è orientato verso l’alto: questo maxi-singolo infatti si presenta molto succoso, includendo due nuove canzoni assolutamente di ottima fattura (nella fattispecie “Demonheart” e “Black Realms’ Majesty”, che non fanno rimpiangere le vette più alte del suo debut, un intermezzo strumentale su cui si può anche sorvolare, le versioni edit delle title-track del nuovo e del precedente disco (più che buona la nuova, rivitalizzata a dovere la vecchia, che risulta sempre emozionante) e, dulcis in fundo, la cover della storica “I’m Alive” (già apparsa sul recente tributo agli Helloween a nome “Keepers Of Jericho”) che, pur risultando ovviamente inferiore alla versione originale forgiata dal genio di Kai Hansen, è una buona reinterpretazione dedicata a uno dei gruppi che maggiormente l’ha influenzato in passato nella crezione del suo stile personale. La qualità c’è ancora una volta, fate i vostri conti… ma tenete presente che se amate molto queste sonorità e siete avvezzi all’acquisto di molti dischi, sarebbe davvero un peccato non procurarsi questo bel dischetto.

TRACKLIST

  1. Demonheart
  2. Prophet Of The Last Eclipse (edit)
  3. Rondeau In C Minor
  4. Black Realms' Majesty
  5. King Of The Nordic Twilight (edit)
  6. I'm Alive
0 commenti
I commenti esprimono il punto di vista e le opinioni del proprio autore e non quelle dei membri dello staff di Metalitalia.com e dei moderatori eccetto i commenti inseriti dagli stessi. L'utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, diffamatori, di odio, minatori, sessuali o che possano in altro modo violare qualunque legge applicabile. Inserendo messaggi di questo tipo l'utente verrà immediatamente e permanentemente escluso. L'utente concorda che i moderatori di Metalitalia.com hanno il diritto di rimuovere, modificare, o chiudere argomenti qualora si ritenga necessario. La Redazione di Metalitalia.com invita ad un uso costruttivo dei commenti.