MADDER MORTEM – Desiderata

Pubblicato il 25/04/2006 da
voto
8.0
  • Band: MADDER MORTEM
  • Durata: 00:54:49
  • Disponibile dal: 24/04/2006
  • Etichetta: Peaceville
  • Distributore: Halidon

I norvegesi Madder Mortem, sebbene siano da sempre piuttosto originali e singolari, non hanno ancora avuto un successo degno della musica che vanno concependo e praticando. Arrivati al quarto full-length album, intitolato con un italianissimo “Desiderata”, potrebbero finalmente sorgere a miglior e più proficua vita: passata dalla Century Media alla Peaceville Records, la band scandinava ha vissuto il suo terzo stravolgimento di line-up, costante del gruppo che ha rischiato più volte di minarne il percorso: i fratelli Kirkevaag – Agnete alla voce e BP alla chitarra – sono ovviamente rimasti il motore interpretativo e compositivo del gruppo, sostenuti dal batterista Mads Solås, anch’egli presenza fissa da “All Flesh Is Grass” in poi. Due vecchi amici, invece, sono stati reclutati per ricoprire i posti vacanti di bassista e secondo chitarrista, andati rispettivamente a Tormod Langsen Moseng e Odd Eivind Ebbesen. Bene, dopo questi dati biografici, andiamo ad analizzare la nuova creatura del quintetto: il precedente “Deadlands”, un disco oscuro e visionario, viene qui sviluppato sotto un’ottica forse ancor più complessa e, al tempo stesso, accattivante: per darvi una rapida idea di come suonano oggi i Madder Mortem, verrebbe da usare un termine di paragone molto attuale, ovvero i nostrani Lacuna Coil. Come fanno i nostri connazionali, Agnete e compagni cercano di unire un approccio molto moderno e molto vicino al nu-metal – o comunque ad una musica potentemente groovy – ad un metallo gotico e suadentemente melodico, con una basilare differenza però: la nazione di provenienza. Essendo norvegesi, i Madder Mortem hanno un particolarissimo gusto della melodia, un raffinato tocco avantgarde ed un ermetismo innato, tutti particolari che vanno ad allontanarli dall’apprezzamento di massa per renderli più adatti ad una “comprensione per pochi eletti”. E’ un po’ come se membri di Korn e The 3rd And The Mortal finissero a jammare assieme! Questo quasi assurdo mix di sonorità genera però uno stile molto caratteristico che giova in pieno al gruppo e a “Desiderata”, il quale contiene davvero dei piccoli capolavori di esecuzione e songwriting, orchestrati dall’istrionica performance dell’ottima Agnete Kirkevaag, espressiva, delicata e aggressiva come solo un perfetto Mike Patton in gonnella potrebbe essere. I brani del lavoro sono tutti fantastici, riconoscibili dopo pochi ascolti e vari: si passa dall’inizio deciso e vigoroso di “My Name Is Silence” al groove imperante di “M For Malice” e “Plague On This Land” (qui ci sono pure un riff thrash degno dei Metallica di “Master Of Puppets” e una chiusura pesantissima à la primi Machine Head!), dalle sublimi altalene di emozioni di “Evasions”, “The Flood To Come” e “Changeling”, ai momenti-relax di “Dystopia” e “Cold Stone”, dalla quasi ballabile “Hypnos” alla caleidoscopica title-track. Ogni strumento riesce a ritagliarsi preziosi attimi di luce e la produzione fa faville. Poco altro da dire su di un album che va ascoltato bene per essere apprezzato, ma che risulta decisamente più immediato e catchy di quanto ci si aspetterebbe dall’ennesima formazione norvegese che prende spunto dalla complessa scena avant di quel Paese. Immaginate “Desiderata” così: un carro armato guidato da angeli. Strano ed imprevedibile.

TRACKLIST

  1. My Name Is Silence
  2. Evasions
  3. Plague On This Land
  4. Dystopia
  5. M For Malice
  6. The Flood To Come
  7. Changeling
  8. Cold Stone
  9. Hypnos
  10. Sedition
  11. Desiderata
  12. Hangman
0 commenti
I commenti esprimono il punto di vista e le opinioni del proprio autore e non quelle dei membri dello staff di Metalitalia.com e dei moderatori eccetto i commenti inseriti dagli stessi. L'utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, diffamatori, di odio, minatori, sessuali o che possano in altro modo violare qualunque legge applicabile. Inserendo messaggi di questo tipo l'utente verrà immediatamente e permanentemente escluso. L'utente concorda che i moderatori di Metalitalia.com hanno il diritto di rimuovere, modificare, o chiudere argomenti qualora si ritenga necessario. La Redazione di Metalitalia.com invita ad un uso costruttivo dei commenti.