MANES – How The World Came To An End

Pubblicato il 02/07/2007 da
voto
7.0
  • Band: MANES
  • Durata: 00:44:37
  • Disponibile dal: 07/05/2007
  • Etichetta:
  • Candlelight
  • Distributore: Audioglobe

Spotify:

Apple Music:

I Manes non sono di certo un gruppo che ha fretta. Solitamente passano quattro anni tra una release e l’altra, e in questo lasso di tempo scelgono sempre di sperimentare nuove dimensioni sonore. Traumatico fu il passaggio dal black metal grezzo e alienante del magistrale full length “Under Ein Blodraud Maane” targato 1999 e il successivo “Vilosophe”, votato verso lidi industrial-elettronici e indefinibili che contenevano solo qualche germe metal. I responsi furono comuqnue ottimi perché i Manes rappresentano uno dei pochi esempi positivi di una band che sa cambiare completamente stile e genere sonoro approdando alla nuova avventura con un lavoro di classe. Il nuovo “How The World Came To An End” prosegue sulle orme lasciate da “Vilosophe”, eliminando ormai del tutto le radici metal e sperimentando nuovi campi, sempre in maniera intelligente. C’è persino “I Watch You Fall” che ricorda gli stravaganti brevi esperimenti hip hop che altri norvegesi dal passato black, i Solefald, facero nel loro dinamitardo “Neonism”. Ma si tratta di un singolo caso perché il resto del CD gira attorno ad un tessuto sonoro intricato, malsano, indefinibile, dove i Manes incutono paura e inquietudine indipendentemente dallo stile suonato. La musica underground della decadenza del nuovo millennio si trova incisa anche in questa release.

TRACKLIST

  1. Deeprooted
  2. Come to Pass
  3. I Watch You Fall
  4. A Cancer in our Midst (Plague One)
  5. Last Lights
  6. Nobody Wants the Truth
  7. My Journal of the Plague Years (Fuckmensch Warmensch) The Cure-All
  8. Transmigrant
  9. Son of Night Brother of Sleep
0 commenti
I commenti esprimono il punto di vista e le opinioni del proprio autore e non quelle dei membri dello staff di Metalitalia.com e dei moderatori eccetto i commenti inseriti dagli stessi. L'utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, diffamatori, di odio, minatori, sessuali o che possano in altro modo violare qualunque legge applicabile. Inserendo messaggi di questo tipo l'utente verrà immediatamente e permanentemente escluso. L'utente concorda che i moderatori di Metalitalia.com hanno il diritto di rimuovere, modificare, o chiudere argomenti qualora si ritenga necessario. La Redazione di Metalitalia.com invita ad un uso costruttivo dei commenti.