MARTYR DEFILED – No Hope. No Morality

Pubblicato il 09/07/2014 da
voto
5.5
  • Band: MARTYR DEFILED
  • Durata: 00:42:52
  • Disponibile dal: 29/04/2014
  • Etichetta: Siege Of Amida Records
  • Distributore:

Rispolverate i vostri cappellini, piastrate frangette e ciuffi vari e preparatevi alla vostra sana dose di violent dancing, visto che i Martyr Defiled sono tornati, a distanza di quattro anni dal debut “Collusion”, con il nuovo “No Hope. No Morality”, edito dalla potente Siege Of Amida Records, una sicurezza in fatto di sonorità moderne e trendy al punto giusto. Non a caso, il nuovo lavoro degli inglesi si inserisce a pieno titolo in questa corrente, andando ad incrementare un mercato – quello del deathcore – che definire inflazionato, ultimamente, appare veramente come un mero eufemismo. Naturalmente l’adesione dei Martyr Defiled ai canoni portanti di questo genere è fedele e pedissequa, senza mai correre il rischio di poter in qualsiasi modo risultare innovativi o “fuori dal coro” rispetto alle lezioni impartite dai big del settore come Whitechapel, Carnifex o Emmure, ma cercando almeno di mischiare i soliti ingredienti arci-noti in nuove combinazioni diluite lungo tutta la durata del full. Nonostante i buoni intenti comunque, si finisce presto per cadere nella facile gabbia della ripetitività e del perenne senso di deja-vù che sembra aleggiare su tutte le band di serie B che infestano il mercato di questo particolare segmento discografico, senza apportare alcune significative novità o modifiche ad un genere dalle coordinate stilistiche ormai cementificate per definizione. Iniziare con “Lvcifer” e finire per arenarsi nel giro di una manciata di minuti nei soliti breakdown irregolari è ad esempio una ingenuità che paga caro rispetto al primo giudizio maturato circa il nuovo platter, per proseguire poi con “Demons In The Mist” e “Sineater”, dove semplificare le ritmiche meshugghiane ed aggiungere atmosfere solistiche rubate direttamente al solito Fredrik Thordendal può creare certo qualche suggestione, ma allo stesso tempo fa ricadere il gruppo in soluzioni già collaudate e testate con successo non solo dai prime-mover Meshuggah, ma anche dai primi eredi di questo personale approccio compositivo. Più avanti nella tracklist si cerca di mischiare le carte in tavola con innesti death metal, ritornelli vicini allo screamo e ritmiche memori di un certo metal-core vecchia scuola, avvicinandosi però di volta in volta ad estetiche musicali precise e ben delimitate nel loro sviluppo. Probabilmente, certe questioni non interesseranno gli integralisti del deathcore, che troveranno pane per i loro denti in “No Hope. No Morality” e nelle sue strutture standard e prive di complicazioni; obbiettivamente però, registrare l’ennesima operazione copia-incolla, seppur eseguita con tutte le accortezze del caso, non può che troncare gli entusiasmi circa il nuovo album dei Martyr Defiled.

TRACKLIST

  1. Lvcifer
  2. Demons In The Mist
  3. Sineater
  4. 616
  5. No Hope
  6. Neverender
  7. Under The Influence
  8. The Taste Of Iron
  9. Of Sheep & Swine
  10. Deathstare
  11. No Morality
0 commenti
I commenti esprimono il punto di vista e le opinioni del proprio autore e non quelle dei membri dello staff di Metalitalia.com e dei moderatori eccetto i commenti inseriti dagli stessi. L'utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, diffamatori, di odio, minatori, sessuali o che possano in altro modo violare qualunque legge applicabile. Inserendo messaggi di questo tipo l'utente verrà immediatamente e permanentemente escluso. L'utente concorda che i moderatori di Metalitalia.com hanno il diritto di rimuovere, modificare, o chiudere argomenti qualora si ritenga necessario. La Redazione di Metalitalia.com invita ad un uso costruttivo dei commenti.