MASCHINEZIMMER 412 – Malfeitor

Pubblicato il 20/12/2001 da
voto
8
Streaming non ancora disponibile

Maschinezimmer 412, ovvero MZ412 nella propria incarnazione di poco post-embrionale datata 1989. Dopo aver trascorso undici anni sepolto nelle cantine della Cold Meat Industry o negli scaffali di qualche centinaio di lungimiranti che lo avevano comprato quando uscì, “Malfeitor”, infame demo d’esordio della più allucinata industrial band svedese, è stato finalmente riversato su CD. Paranoia distillata meglio della grappa trentina. Un industrial-ambient scarno ed algido, nel quale è impossibile intravedere anche il più impercettibile spiraglio di luce. Nessuna speranza di ritornare da un viaggio infernale dal percorso incerto, fatale, folle. “Malfeitor” contiene il seme di quel minimalismo compulsivo e satanico che farà la fortuna di “In Nomine…” e che influenzerà tutta la produzione successiva della band. Caustici nella loro ossessività, nel bisogno fisiologico di spaventare l’ascoltatore con tracce che hanno più del messaggio subliminale che della composizione melodico-armonica. Bassi lisergici e drones impazziti, nichilismo senza tregua in un susseguirsi di stati di coscienza alterata. Altro che le theta waves farlocche o le sedicenti sperimentazioni di troppi black metallari senza gusto, MZ412 è manipolazione psicologica elettronica che non si serve di proclami, che colpisce con la forza dirompente del risveglio di una paura infantile. Indescrivibile, raggelante, genuinamente dodecafonico, “Malfeitor” è la negazione dell’estetismo musicale, la dimostrazione che il rumore ha uno scopo, quello di interferire, spaventare, sottomettere. Niente da fare per chi imita, niente da sperare per chi ascolta. A vostro rischio.

TRACKLIST

  1. Virus
  2. Malfeitor
  3. The Death Of Lasarus
  4. Cold Face
  5. Auguste Piccards Nightmare
  6. Introspektion
  7. Public Worship
  8. Ecaf Dloc II
  9. Still...
  10. -
  11. Dead Broadcast
0 commenti
I commenti esprimono il punto di vista e le opinioni del proprio autore e non quelle dei membri dello staff di Metalitalia.com e dei moderatori eccetto i commenti inseriti dagli stessi. L'utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, diffamatori, di odio, minatori, sessuali o che possano in altro modo violare qualunque legge applicabile. Inserendo messaggi di questo tipo l'utente verrà immediatamente e permanentemente escluso. L'utente concorda che i moderatori di Metalitalia.com hanno il diritto di rimuovere, modificare, o chiudere argomenti qualora si ritenga necessario. La Redazione di Metalitalia.com invita ad un uso costruttivo dei commenti.