MASSEN – ContrAesthetic

Pubblicato il 12/04/2021 da
voto
7.0
  • Band: MASSEN
  • Durata: 00:35:14
  • Disponibile dal: 09/04/2021
  • Etichetta:
  • Apostasy Records

Spotify non ancora disponibile

Apple Music:

I Massen provengono da Minsk, Bielorussia, e, dopo aver condotto una piuttosto lunga carriera (dal 2004 al 2020) sotto il monicker Massenhinrichtung, l’anno scorso hanno troncato il proprio nome e ora giungono sul mercato europeo tramite la tedesca Apostasy Records, che pubblica il loro quarto sforzo sulla lunga distanza, “ContrAesthetic”, il primo però a nome Massen.
Da band prevalentemente pagan black metal, comunque tecnicamente e compositivamente dotata, i Nostri ampliano il loro spettro di influenze e inclinazioni infarcendo la tracklist di soluzioni eclettiche e spesso imprevedibili, che ci portano a dover definire il loro stile con un molto generico extreme metal melodico con forti influenze folk. Certamente il folk pagano resta uno dei punti saldi del suono Massen, in quanto i testi completamente in bielorusso, l’uso di strumenti tradizionali, archi e il violino della vocalist Karalina Nasko sono tutti aspetti che portano inevitabilmente sotto quell’ala protettiva. Ed una semiballad quale la centrale “By Water To The Sun” non può che confermarlo. Black metal con puntate punk e quasi-grind, qualcosa di death metal, un paio di attacchi thrash, un generale afflato progressivo, spezzoni acustici e un approccio open-minded di tutto rispetto riescono a promuovere facilmente questo lavoro, anch’esso, come spesso accade per i dischi di formazioni provenienti da paesi dell’ex area sovietica, vagante in un’aura quasi retrò, come fosse indietro di un dieci-quindici anni. E, forse, anche per questo ci pare molto piacevole da ascoltare. Non un capolavoro, chiaro, ma un compendio di tracce che fanno passare del tempo in modo intenso e vigoroso.
Le melodie concepite dai Massen sono di varia origine e, per farvi avere un’idea un po’ più chiara in merito, il riffing e, appunto, gli spunti melodici ci ricordano in ordine sparso Emperor, Naglfar, Dissection, primi Katatonia, Eluveitie, Suidakra, Primordial: un brano quale il roboante “Cold Clouds”, che segue il positivo crescendo dell’ intro “The Depth”, ci immette sul giusto binario in men che non si dica con la Nasko e le due voci maschili – il leader e mastermind A.E.O.N. anche al pulito, mentre Hresvelgr solo growl e scream – che si alternano ottimamente. “A Step To Silence” è una manata clamorosa, approccia violentemente con un riff thrash al fulmicotone per poi mantenersi su coordinate veementi per buona parte della sua durata, fino a giungere al lungo finale epico e ridondante, con ancora Karalina ad ergersi squillante sopra una cascata torrenziale di chitarre e doppia cassa. Già scritto del brano tranquillo del lotto, il singolo “Flock Of Whores” aggiunge poco all’insieme, anzi, è probabilmente il momento meno convincente del platter. Platter che si chiude con la titletrack divisa in due parti, altro più che discreto esercizio stilistico diretto e ‘semplice’, ben riassumente tutto l’ampio scibile musicale e metallico sentito già in precedenza, tra sollazzi prog acustici e sferragliate in blastbeat sorrette da assoli rapidissimi.
Dunque una scoperta carina, questi Massen, resi riconoscibili anche dal solito artwork accattivante e personale di Costin Chioreanu. Dare un ascolto per curiosità è di sicuro il nostro consiglio, poi si potrà valutare l’eventuale acquisto.

 

TRACKLIST

  1. The Depth (Intro)
  2. Cold Clouds
  3. A Step To Silence
  4. By Water To The Sun
  5. Flock Of Whores
  6. Contraesthetics pt.1
  7. Contraesthetics pt.2
0 commenti
I commenti esprimono il punto di vista e le opinioni del proprio autore e non quelle dei membri dello staff di Metalitalia.com e dei moderatori eccetto i commenti inseriti dagli stessi. L'utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, diffamatori, di odio, minatori, sessuali o che possano in altro modo violare qualunque legge applicabile. Inserendo messaggi di questo tipo l'utente verrà immediatamente e permanentemente escluso. L'utente concorda che i moderatori di Metalitalia.com hanno il diritto di rimuovere, modificare, o chiudere argomenti qualora si ritenga necessario. La Redazione di Metalitalia.com invita ad un uso costruttivo dei commenti.