MASTER – Unknown Soldier

Pubblicato il 24/06/2013 da
voto
7.0
  • Band: MASTER
  • Durata: 00:32:19
  • Disponibile dal: 10/06/2013
  • Etichetta: VIC Records
  • Distributore:

Come probabilmente i fan più attenti già sapranno, questo “Unknown Soldier” non é il nuovo lavoro dei mitici Master, bensì la riproposizione di quello che sarebbe dovuto essere il primo album di Speckmann e soci, che poi non vide mai la luce a causa di problemi intercorsi tra la band e la Combat Records. Ad onor del vero il lavoro fu già pubblicato dalla From Beyond Productions nel 2003, con il titolo di “Unreleased 1985 Album”. Oggi la Vic reimmette sul mercato un prodotto comunque interessante e di nicchia, sebbene la stragrande maggioranza dei brani qui presenti sia poi stata riutilizzata per i primi due capolavori del combo, ovverosia l’album omonimo del 1990 e “On The Seventh Day God Created… Master”, uscito l’anno successivo. I brani risalenti alle session del 1985 in realtà sono i primi sette, mentre le successive tracce sono state registrate nel 1991 e la conclusiva “Cut Through The Filth” é apparsa nella mitica compilation “Death Is Just The Beginning II”, edita dall’allora nascente Nuclear Blast. Quindi in sostanza nulla di nuovo sotto il sole; tutti gli estimatori dei Master conosceranno le canzoni qui presenti a menadito, anche perché brani quali “Master”, “Unknown Soldier”, “Funeral Bitch”, “Pledge Of Alliance”, “Judgement Of Will” e “Submerged In Sin” sono ormai dei canoni del death metal old school, scarni ed efficaci come pochi altri. Vale la pena soffermarsi sui due episodi meno noti, ovverosia “Re-Entry And Destruction” e la già citata “Cut Through The Filth”; il primo é un brano risalente addirittura ai tempi dei Death Strike ed é un tipico esempio di proto death semplice e ferale, con Speckmann inumano dietro al microfono; la seconda traccia é leggermente più strutturata e gioca su tempi meno eccessivi; la produzione inoltre é decisamente più efficace e rende molto bene sia i solismi chitarristici vagamente orientaleggianti sia il basso possente ed onnipresente. Questi sono i Master, qui fotografati in uno dei momenti più alti della loro carriera. Acquisto dedicato ai completisti ma che al proprio interno nasconde delle vere e proprie gemme putrescente dell’allora nascente death metal.

PS: il voto in calce é riferibile proprio alla natura stessa del prodotto, che non offre nulla di nuovo ma che si limita a riproporre il volere dei Master riguardo il loro primo album.

TRACKLIST

  1. Master
  2. Unknown Soldier
  3. Mangled Dehumanisation
  4. Funeral Bitch
  5. Terrorizer
  6. Pledge Of Alliance
  7. Re-entry And Destruction
  8. Constant Quarrel
  9. Judgment Of Will
  10. Submerged In Sin
  11. Cut Through The Filth
0 commenti
I commenti esprimono il punto di vista e le opinioni del proprio autore e non quelle dei membri dello staff di Metalitalia.com e dei moderatori eccetto i commenti inseriti dagli stessi. L'utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, diffamatori, di odio, minatori, sessuali o che possano in altro modo violare qualunque legge applicabile. Inserendo messaggi di questo tipo l'utente verrà immediatamente e permanentemente escluso. L'utente concorda che i moderatori di Metalitalia.com hanno il diritto di rimuovere, modificare, o chiudere argomenti qualora si ritenga necessario. La Redazione di Metalitalia.com invita ad un uso costruttivo dei commenti.