MATT SKIBA & THE SEKRETS – Kuts

Pubblicato il 10/07/2015 da
voto
7.0
  • Band: MATT SKIBA & THE SEKRETS
  • Durata: 00:31:30
  • Disponibile dal: 02/06/2015
  • Etichetta: Superball Music
  • Distributore: Universal

Spotify:

Apple Music:

Non pago degli impegni con gli Alkaline Trio, di cui è rimasto l’unico membro originale, e con i Blink 182, dove da quest’anno ha rimpiazzato il dimissionario Tom De Long, il noto cantante e chitarrista torna con il secondo capitolo del suo progetto parallelo Matt Skiba & The Sekrets, a tre anni di distanza dall’esordio “Babylon”. Messa da parte la velocità che da sempre contraddistingue la sua band principale, “Kuts” si muove in questo caso su coordinate punk-rock dal forte sapore anni ’80, grazie anche all’utilizzo massiccio dei synth e di atmosfere di stampo dark-wave. Non stupisce quindi vedere in formazione sezione ritmica Hunter Burgan, bassista degli AFI, e Jarrod Alexander, attuale batterista dei My Chemical Romance, così come viene naturale trovarsi al cospetto di una manciata di pezzi stilisticamente vicini ai The Cure di Robert Smith, come peraltro intuibile fin dal cover artwork ‘vintage’. Tra reminiscenze della band madre (“She Wolf”), pezzi dall’allegria contagiosa ma al tempo stesso rilassata (“Krazy”, “Way Bakk When”), e melanconiche tracce da cantare però col sorriso sulle labbra (“I Just Killed To Say I Love You”, “Never Believe”, “Vienna”), la mezz’oretta del disco scorre leggera come l’ultimo cocktail gustato in spiaggia alt tramonto, tra riflessioni nostalgiche su quello che è stato e aspettative future su quello che sarà. Se amate la versione più pacata di Matt Skiba e/o la new wave ottantiana, “Kuts” potrebbe decisamente fare al caso vostro.

TRACKLIST

  1. Lonely and Kold
  2. She Wolf
  3. Krazy
  4. I Just Killed To Say I Love You
  5. Hemophiliak
  6. Way Bakk When
  7. She Said
  8. Krashing
  9. Never Believe
  10. Vienna
0 commenti
I commenti esprimono il punto di vista e le opinioni del proprio autore e non quelle dei membri dello staff di Metalitalia.com e dei moderatori eccetto i commenti inseriti dagli stessi. L'utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, diffamatori, di odio, minatori, sessuali o che possano in altro modo violare qualunque legge applicabile. Inserendo messaggi di questo tipo l'utente verrà immediatamente e permanentemente escluso. L'utente concorda che i moderatori di Metalitalia.com hanno il diritto di rimuovere, modificare, o chiudere argomenti qualora si ritenga necessario. La Redazione di Metalitalia.com invita ad un uso costruttivo dei commenti.